Rossi: "Volevo salutarlo dal podio"

simoncelli tributes in sepang and brno
martedì, 15 ottobre 2013

Un podio mancato a Sepang non sempre significa una sconfitta. Valentino Rossi, nel giro d'onore del GP di Malesia, lo dimostra dividendo gli applausi con l'amico Simoncelli, scoparso due anni orsono proprio su questo tracciato. Il tributo all'amico, non è stato l'unico del fine settimana, e non solo a Sepang.
 

Poteva e voleva essere una gara per il suo amico scomparso due anni fa. Valentino Rossi ce l'ha messa davvero tutta per salutare Marco Simoncelli dal podio di Sepang e, in un certo senso, ha corso la miglior gara della sua stagione di ritorno sulla M1. Sì, perché con i tre spagnoli al pieno delle forze (e con le Honda obiettivamente superiori su questo tracciato), l'italiano ha chiuso con un distacco minimo rispetto al suo compagno di box Jorge Lorenzo.

Poco più di tre secondi e mezzo hanno diviso l'attuale Campione del Mondo dal 46 di Yamaha. Non un evento da celebrare, ma certamente un passo in avanti nel (ri)adattamento alla M1. Tutto è relativo però, quando dall'altra parte del mondo succede che un pilota che arriva quarto viene applaudito, o meglio dire, osannato, dagli oltre 80 mila presenti durante il giro d'onore.

Un giro che Rossi non ha voluto correre da solo… "Dopo le sessioni di prova i meccanici e gli amici di Marco mi han­ no chiesto se potevo fare qual­ cosa per ricordarlo, erano con­vinti che arrivassi nei primi tre. Ci speravo anch’io e così abbiamo pensato a una bandiera per omaggiare il Sic," ha detto Valentino a fine gara.

Rossi non è stato l'unico a voler ricordare l'amico scomparso. Il venerdì di Sepang vi avevamo mostrato le foto del tributo del team Gresini, alla presenza di Livio Suppo e Carmelo Ezpeleta, e a Brno, luogo del suo primo podio MotoGP, si è raggiunto il record di motociclisti presenti sul tracciato ceco in onore del 58.

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™