West trionfa ad Assen 11 anni dopo

Moto2™, powered by
Assen Moto2 Race West
sabato, 28 giugno 2014

L’australiano specialista della pioggia vince una gara a eliminazione diretta riportandosi sul gradino piú alto del podio sullo stesso circuito in cui esattamente 11 anni fa ottene la sua prima vittoria. Maverick Viñales e Mika Kallio sul podio.

Il meteo ad Assen inizia a fare le bizze giusto in concomitanza dell’inizio della gara della Moto2™, con un violento acquazzone che inonda la pista del TT al punto da tradire persino il leader del mondiale Tito Rabat, che stava andando ad allinearsi sulla griglia. La scivolata dello spagnolo fa slittare pertanto di 20 minuti la partenza della corsa della classe intermedia. La maggior parte dei piloti monta gomme da bagnato.

Scattano bene i primi della classe Tito Rabat e Dominique Aegerter, ma è Sam Lowes (Speed Up) che entra davanti alla prima curva, imitato anche da Simone Corsi (NGM Forward Racing) che si piazza alle sue spalle al secondo posto. Il romano si mette addirittura negli scarichi dell’inglese e anche il suo compagno di squadra, Mattia Pasini, agguanta la terza posizione provvisoria. Nell’ultima chicane che precede il traguardo, Mika Kallio (Marc VDS Racing) arriva lungo sull’erba e costretto a lasciar sfilare tutto il gruppo.

La pioggia inizia a cadere in maniera piú intensa ma Simone Corsi entra deciso, non senza prendersi qualche rischio, su Sam Lowes, portandosi così a condurre la gara. Scivola via Pasini, allora al terzo posto si pone Julian Simon (Italtrans Racing); ma la gioia dello spagnolo è effimera e in appena due tornate viene rispreso e superato dall’australiano Anthony West (QMMF Racing). Cade Axel Pons (AGR Team), mentre il suo compagno di squadra Jonas Folger viene punito con un ‘Ride Through’ per esser passato troppo veloce nella corsia della pit-lane quando era rientrato a cambiare lo pneumatico.

Lo svizzero Tom Luthi (Interwetten Paddock) risale in 4ª posizione, ma è la bagarre per il 6º posto a tener banco in questa fase centrale della corsa: Maverick Viñales , Tito Rabat, Mika Kallio e Alex De Angelis non si fanno troppi complimenti. All’ottavo giro altro colpo di scena: Sam Lowes perde l’anteriore e finisce sulla ghiaia; l’inglese riesce a non spegnere la sua Speed Up e si riaccoda in 14ª piazza, ma poche curve piú avanti un highside pone fine alla sua straordinaria gara.

Maverick Viñales (Paginas Amarillas HP 40) passa Luthi e mette Simon e West nel suo mirino; il suo compagno di squadra, Luis Salom, rompe e gli indugi e inizia a inanellare giri veloci che gli consentono di recuperare posizioni importanti, arrivando a passare Tito Rabat. Al 12º giro, con oltre 11 secondi di vantaggio sul primo degli inseguitori, Simone Corsi scivola via e getta al vento quella che poteva esser la sua prima vittoria in Moto2.

Anche Alex De Angelis (Tasca Racing) non demorde e sopravanza Luthi, ma è Luis Salom dietro di lui a far segnare il giro piú veloce. Lo spagnolo è inarrestabile e passa il san marinese: entrambi i piloti del team Pons sono sl podio alle spalle di West. Con il traffico dei doppiati davanti all’australiano, nasce la lotta intestina delle moto Paginas Amarillas, con Salom che passa con un leggere contatto Viñales, ma Maverick gli restituisce il favore. Al trio di testa, si aggiunge anche Mika Kallio (Marc VDS Racing): il finlandese aproffitta della caduta in cui incappa Salom.

Johann Zarco (AirAsia Caterham) passa De Angelis ed è 4º. Negli ultimi giri i tre hanno un altro ritmo e, fra questi, lo spagnolo Viñales si avvicina pericolosamente all’australiano. Ma West è bravo a non perdere la concentrazione e va così a tagliare per primo il traguardo: è la sua seconda vittoria in carriera; la prima risale a esattamente 11 anni fa (classe 250cc nel 2003), sempre su questo stesso tracciato, che a quanto pare deve portargli bene.

Guarda i risultati della gara della classe Moto2™ a Assen

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
MotoGP VIP VILLAGE™