Simeon: ‘sembrava si giocassero il titolo all’ultimo giro’

Moto2™, powered by
lunedì, 24 marzo 2014

C’è amarezza nelle parole del pilota belga del Team Federal Oil Gresini Moto2, incolpevolmente messo fuori gioco da una carrambola innescata al primo giro. Delusione anche per il compagno Lorenzo Baldassarri, toccato nel giro conclusivo.

Il Gran Premio del Qatar è finito prima del previsto per Xavier Siméon e il Team Federal Oil Gresini Moto2: il pilota belga, protagonista fino a quel momento di un weekend molto positivo, è infatti stato coinvolto in una caduta in seguito al colpo ricevuto da un altro pilota appena poche curve dopo la partenza. Siméon, ormai attardato, è comunque rientrato in pista giungendo successivamente al traguardo in 25. posizione. Un vero peccato per tutto il team, che aveva lavorato bene durante le prove e si aspettava di poter stare in gara con il gruppo dei piloti più veloci:

“Sono molto dispiaciuto, perché ci hanno rovinato un ottimo weekend. Non so chi mi ha colpito da dietro, in ogni caso io stavo facendo il primo giro con calma, mentre mi è sembrato che altri piloti si stessero giocando il titolo mondiale all’ultimo giro; servirebbe un po’ più di calma. Mi dispiace per la squadra, perché hanno lavorato benissimo: quando sono risalito in moto sono riuscito a tenere un buon passo e mi sentivo a mio agio. Peccato, potevamo fare veramente un bel risultato. Ora cercheremo di dimenticare questa gara il prima possibile per concentrarci sul prossimo Gran Premio”.

La sfortuna ha colpito anche l’esordiente Lorenzo Baldassarri, protagonista di una performance eccezionale sulla Suter del Team Gresini Moto2: il diciassettenne marchigiano era infatti in dodicesima posizione all’ultimo giro quando, nel tentativo di superare Ricard Cardus, quest’ultimo ha chiuso la traiettoria colpendo la ruota anteriore della moto di Lorenzo, facendolo cadere:

“Non sono partito benissimo, ma nei primi giri sono riuscito a riguadagnare posizioni e successivamente ho iniziato a girare con un buon ritmo, migliorando anche le traiettorie rispetto alle prove. Nel finale sono riuscito ad avvicinare il gruppetto dei piloti davanti a me e a quel punto ci ho provato: sarebbe stato troppo facile stare a guardare. All’ultimo giro ho affiancato Cardus, che però ha chiuso la traiettoria a centro curva, colpendo la mia ruota anteriore e facendomi cadere. È un vero peccato, ma sono convinto che potremo rifarci presto”.

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Foto:

Guarda altre notizie

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™