Suppo risponde alla scelta Ducati sulla Open

Honda’s Suppo questions costs in Open class
martedì, 4 marzo 2014

Livio Suppo sostiene che i team principali della MotoGP™ debbano tornare a discutere sulla questione 'Open' nella classe regina. La preoccupazione del Team Principal di Repsol Honda verte sull’innalzamento del livello dei costi.

Dal 2014 in poi, a tutte le squadre è stata profilata la possibilità di partecipare in configurazione 'Factory' o 'Open', con il vantaggio per quest’ultima di avere più capacitá di carburante e di poter sviluppare i propri propulsori durante la stagione, ma obbligando a competere con il software ECU standard, come previsto dalla Dorna e da Magneti Marelli.

Venerdì scorso a Sepang, il Ducati Team ha annunciato che tutte le sue moto quest’anno correranno in configurazione Open e, come spiegato dal direttore generale Gigi Dall'Igna, proprio la libertà sullo sviluppo del motore è stata alla base di tale decisione. Ora peró, in occasione del test sugli pneumatici di Phillip Island, Livio Suppo ci dice la sua.

"Dal punto di vista di Honda, la situazione è chiara", ha dichiarato Suppo lunedì. "Siamo consapevoli che Ducati è dietro, quindi stanno provando di tutto pur di recuperare il divario. Di sicuro, le regole sulla Open consente loro di intervenire sul motore durante la stagione; capisco quanto questo sia importante per loro. D'altra parte peró, non siamo molto contenti che – solo pochi giorni prima dell'annuncio - c'è stata l'introduzione da parte di Magneti Marelli di un nuovo software, che è molto più complicato di quello standard della classe Open. Penso che dovremo discutere tutti sull’argomento.

"In fin dei conti, se la classe Open ha come base una Factory (in teoria concorrente) non è poi tanto economica. Credo che questo fosse il vero scopo della norma: creare una classe più economica. Quindi penso che dovremmo tutti rifletterci su. Dobbiamo capire - insieme a Dorna e MSMA - se questo scopo era chiaro a tutti. La nostra interpretazione (e non credo solo la nostra) era di una categoria che limitasse i costi rispetto alle moto ufficiali; ora peró, con l'interpretazione di Ducati, non lo è. Quindi è solo una questione di sedersi insieme e definire quello che si vuole per il futuro."

Con la scelta di Ducati di correre con le Open la stagione 2014, si riduce ad appena 8 il numero dei piloti Factory MotoGP: Marc Marquez e Dani Pedrosa del team Repsol Honda, Jorge Lorenzo e Valentino Rossi del team Yamaha Factory, Alvaro Bautista del GO&FUN Honda Gresini, Stefan Bradl di LCR Honda, e infine Bradley Smith e Pol Espargaro del team Monster Yamaha Tech3.

TAGS 2014 Repsol Honda Team

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™