Gara da dimenticare per Lorenzo e Rossi ad Austin

Movistar Yamaha Austin race review
domenica, 13 aprile 2014

Il Red Bull Grand Prix of the Americas si è rivelato più difficile del previsto per entrambi i piloti del team Movistar Yamaha MotoGP.

Si è trattato di un weekend da dimenticare per il Campione del Mondo MotoGP 2010 e 2012, Jorge Lorenzo. Dalla quinta casella dello schieramento, il maiorchino ha di fatto anticipato la partenza con un balzo in avanti prima dello spegnimento dei semofori, ricevendo un ride-through dalla Direzione Gara.

Scontata immediatamente la penalità al termine del primo giro e riallineatosi in pista dopo il passaggio obbligato in pit lane in 23a posizione, ha poi finito per chiudere al 10° posto assoluto:

"Ero distratto in quell momento e ho fatto un grosso errore in partenza. Subito dopo ho solo cercato di spingere al massimo, per ottenere il miglior risultato possibile, ma la corsa per me era  ormai compromessa. Voglio chiedere scusa a tutta la squadra per aver rovinato la mia gara, ma almeno non sono caduto perché in una situazione del genere è facile commettere un errore e farsi male. La cosa buona è che ho ottenuto i miei primi punti in campionato, ma ovviamente non era il nostro obiettivo per questo weekend."

Partito dalla sesta posizione, Valentino Rossi è sceso al nono posto alla partenza. In pochi giri il pesarese era riuscito a riagguantare il gruppo di testa arrivando a lottare per il quarto posto assoluto. Il nove volte campione sentiva già il profumo del podio dopo aver superato Andrea Iannone quando, un'improvvisa perdita di aderenza sul lato destro del pneumatico anteriore non gli ha consentito di tenere il suo solito ritmo, facendolo scivolare indietro sino all’ottavo posto finale:

“Abbiamo distrutto completamente il pneumatico anteriore sul lato destro. In realtà avevo avuto lo stesso problema durante il weekend, ma non si era mai manifestato così. Questa mattina avevamo un buon passo e con un pneumatico usato ho potuto fare tutto il Warm Up, quindi eravamo abbastanza fiduciosi. Purtroppo dopo sette o otto giri l'anteriore era andato e ho dovuto girare tre secondi più lento".

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™