Romano Fenati trionfa al Mugello

Mugello Moto3 Race Fenati
domenica, 1 giugno 2014

Il pilota ascolano del team Sky Racing VR46 vince in volata sul traguardo davanti a Isaac Viñales (Calvo Team) e Alex Rins (Estrella Galicia 0,0). Negli ultimi metri cadono Miller, Marquez e Bastianini. Si ritirano per Antonelli e Bagnaia.

Una corsa emozionante che si è conclusa con un finale trhiller: Romano Fenati (Sky Racing VR46) vince al Mugello in volata, tanto da ricorrere al videofinish, su Viñales e Rins. Incide lo scivolone di Jack Miller a pochi metri dall’arrivo. Per il pilota ascolano si tratta della terza vittoria stagionale in sei gare che gli consente di portarsi a soli 5 punti dal leader australiano in classifica iridata. Era dal 2008 (nell’occasione Simone Corsi, 125cc) che un italiano non vinceva al Mugello nella categoria cadetta.

Alex Rins scatta bene entra alla San Donato davanti alle KTM di Jack Miller (Red Bull Ajo) e Romano Fenati (Sky Racing VR46); anche Jakub Kornfeil (Calvo Team) è della partita , ma il ceco viene scavalcato dall’altra Estrella Galicia di Alex Marquez che, all’inizio del secondo giro, salta i tre piloti in testa per balzare di prepotenza al comando. A questo gruppetto si aggiungono anche le Honda di Aleix Masbou (Ongetta Rivacold) e John MacPhee (SaxoPrint-RTG), mentre il compagno di squadra di quest’ultimo, Efren Vazquez, viene sanzionato col ‘Ride Through’ per partenza anticipata.

All’inizio del quarto giro il primo contatto tra Niccoló Antonelli (Junior Team GO&FUN Gresini) e Jakub Kornfeil: il pilota di Cattolica saluta la compagnia perdendo il controllo in staccata ma, prima di finire nella ghiaia, va a toccare la parte posteriore della del rivale della Repubblica Ceca, che si ritrova con la coda e lo scarico danneggiati. Mentre stava occupando la 4ª posizione provvisoria, scivola via alla Biondetti John MacPhee. Ma la corsa acquista un altro protagonista: il piú giovane del lotto, Enea Bastianiani, partito dalla sedicesima posizione sulla griglia, completa una gran rimonta e conquista la testa della corsa.

Il 16enne di Rimini peró un giro piú tardi si tocca con Maverick Vinales (Calvo Team) e perde qualche posizione, mentre si ritira per problemi tecnici il suo connazionale Francesco Bagnaia (Sky Racing VR46). A metá gara c’é un filotto di ben 13 piloti che ad ogni staccata si aprono a ventaglio, incrociando traiettorie e posizioni. Si accende la lotta KTM e Honda, mentre Efren Vazquez, lontano in 24ª posizione, fa segnare a ripetizione il record della pista: vero peccato per il pilota spagnolo, che aveva tutte le carte per giocarsi la vittoria coi primi.

A cinque giri dal termine, le KTM iniziano a far la voce grossa con Viñales, Miller, Fenati e Bastianini; pochi metri e sul rettilineo lanciato le due Honda Estrella Galicia di Marquez e Rins si rimettono davanti. E’ una delle corse piú emozionanti e combattute della stagione; le carte si rimescolano in continuazione ed è impossibile all’inizio dell’ultimo giro fare delle previsioni sul vincitore: l’incertezza regna sovrana e fa restare tutti col fiato sospeso.

Alla curva Scaperia il momento chiave della gara: Miguel Oliveira (Mahindra Racing) sfiora Jack Miller che si scompone; l’australiano non riesce a controllare la sbandata e finisce sull’incolpevole Alex Marquez. Enea Bastianini non puó evitare i due davanti e finisce anche lui nella ghiaia. All’uscita dalla Bucine sono in tre a giocarsi la vittoria: si ricorre al videofinish ma è Romano Fanati (Sky Racing VR46) a trionare davanti a Isaac Vinales e Alex Rins.

Guarda i risultati della gara della classe Moto3™ al Mugello

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™