Marc Marquez stabilisce il nuovo record della pista

Pace increases on final morning of first Sepang test
giovedì, 6 febbraio 2014

Alla tradizionale “pausa pranzo” di metà giornata, il giovane Campione del Mondo strappa a Casey Stoner il record che l’australiano deteneva da ben due anni sulla pista malese. Lo seguono da vicino le Yamaha factory di Rossi e Lorenzo. Anche la Open di Aleix Espargarò sotto la barriera dei 2’00.

Nel terzo ed ultimo giorno di test ufficiali MotoGP™ che inaugurano la stagione 2014, i protagonisti della classe regina sono tutti rivolti alle ultime regolazioni per capire il comportamento delle loro moto, soprattutto in chiave gara: in molti stanno infatti provando un long run di simulazione.

Con queste scalette in programma, in molti sparano da subito le prime cartucce e i risultati si vedono subito. Non pago di quanto mostrato nelle prime due giornate, Marc Marquez si conferma ancora imprendibile, stabilendo questa volta il nuovo record del tracciato di Sepang con il crono di 1:59.533, quasi un decimo inferiore al tempo di Casey Stoner che resisteva dal febbraio 2012.

Le Yamaha factory non sono state a guardare. Il giovane talento di Cervera ha infatti scatenato sin da subito un turno da qualifica, più che da semplice sessione di test: nei primi giri a disposizione Valentino Rossi e Jorge Lorenzo sono scesi sotto il muro dei 2’00, avvicinandosi pericolosamente, in un fazzoletto di appena 3 decimi. Il maiorchino addirittura ha ottenuto il suo miglior crono alla sua seconda personale tornata sul tracciato.

Non è più una sorpresa, ma un bellissima realtà, il 4° posto (che vale il podio) di Aleix Espargarò. Con la sua FTR-Yamaha in configurazione Open, lo spagnolo ha imitato e sfidato i suo colleghi di marca, arrivando anch’egli ad a sfondare la barriera dei due minuti, facendo meglio di molte altre MotoGP (sia ufficiali, sia satellite). E’ il rappresentante più autorevole della neonata categoria introdotta quest’anno dal regolamento.

Alla quinta e sesta piazza troviamo le Honda di Stefan Bradl e Dani Pedrosa, con il tedesco che è riuscito a mettere la sua LCR satellite davanti all’ufficiale HRC dello spagnolo. Siam scuri che il 28enne del team Repsol non tarderà a replicare nel pomeriggio. Ottimo invce il 7° tempo di Andrea Dovizioso. Il forlivese è stato il più veloce tra i piloti Ducati portando la sua GP14, in costante crescita, a otto decimi da Marquez.

Subito dietro c’è la Yamaha Tech3 del Campione del Mondo Moto2™ Pol Espargarò a precedere l’altra Desmosedici del team Pramac Racing di Andrea Iannone e la Honda Gresini di Alvaro Bautista, tutti con distacchi superiori a 1”. Appena fuori dalla top ten, gli inglesi Bradley Smith e Cal Crutchlow, rispettivemente a 1’3 e 1’5 dal leader. Quindi la Honda Aspar di Nicky Hayden che sembra aver intrapreso la strada giusta per risalire la china.

Tutti gli altri a cominciare dal collaudatore Ducati Michele Pirro,  passando per la Open di Colin Edwards e Randi de Puniet col prototipo Suzuki XRH-1, si attenstano sopra 2 secondi di gap. Staremo a vedere cosa accade nella seconda parte della giornata. I test si concluderanno quest’oggi alle 18 ore locali (GMT +8). Potrete seguire e conoscere tutti i risultati su motogp.com.

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™