Suzuki soddisfatta dei progressi della ECU di Magneti Marelli

Suzuki pleased with Magneti Marelli progress
mercoledì, 12 febbraio 2014

Il Suzuki Test Team è tornado in azione  la scorsa settimana per I primi test MotoGP™ sul Sepang International Circuit. Per Randy de Puniet e tutta la squadra si è trattato dell’occasione per testare il software la centralina ECU della Magneti Marelli.

In virtú del suo rientro in MotoGP™ nel 2015, Suzuki aveva iniziato l’anno scorso i test con un centralina fornita dalla partner giapponese Mitsubishi. Ma il regolamento del 2014 prevede che tutte le moto iscritte debbano scendere in pista con la specifica ECU fornita da Dorna Sports e Magneti Marelli, così Suzuki l’ha testata per la prima volta la settimana scorsa in Malesia.

A differenza delle Open, obbligate a correre con uno specific software, Suzuki stave infatti usando un proprio software per iscriversi a tutti gli effetti come Factory.

“E’ molto importante per noi esser qui e poter paragonare le nostre performance con quelle degli altri,” ha spiegato il Team Manager Davide Brivio. “Ad esser onoseti, abbiamo faticato un pó con l’elettronica perchè abbiamo introdotto il sistema della Magneti Marelli.Doveva esser solo una prova, ma abbiamo proseguito per tutto il test con Magneti Marelli, ed è giá un buon segno. Naturalmente, abbiamo alcuni problem da risolvere; stiamo lavorando sulle mappature, per conoscere meglio il sistema.”

Quando Suzuki rientrerá nel Campionato del Mondo, potrá correre con soli 20 litri di carburante, così come previsto per tutte le moto Factory.

“Conosciamo questa regola, ma al momento I 20 litri non sono la nostra prioritá,” ha continuato Brivio. “Siamo molto più concentrate sulle regolazioni dell’elettronica. Avere 20 litri, significa fare anche del lavoro ulteriore sul motore da un punto di vista meccanico; una volta tornati in sede, lavoreremo allo sviluppo e per la fine dell’anno sará più di una riorità.”

Brivio ha aggiunto che la Suzuki sará presente al second appuntament di Sepang così come ad altri test post-gara previsti nel corso del 2014, come Austin, Argentina ed altre tappe europee.

Nel test della scorsa settimana, Randy de Puniet ha completato piú giri di qualsiasi altro pilota in pista. Con i suoi 238 tornate sul Sepang International Circuit in tre giorni ha coperto una distanza pari a 1,319 km.

TAGS 2014

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™