Losail, day 2: la risposta delle Honda

Test Losail MotoGP Day2 Report
sabato, 8 marzo 2014

Alvaro Bautista è il piú veloce nel secondo giorno di test ufficiali sul Losail International Circuit. Lo spagnolo del team GO&FUN Gresini ha preceduto il tedesco Stefan Bradl e il connazionale Aleix Espargaró, in sella alla Open targata NGM Forward. Ancora un 6º posto per la Ducati di Andrea Iannone.

Come nella giornata di ieri, i team della MotoGP si sono risparmiati nelle prime due ore a disposizione iniziando a scaldare i motori soltanto verso le 18 ora locale proprio per incontrare le condizioni più vicine a quelle della gara che inaugurerà la stagione 2014.

Alvaro Bautista fa sua la leadership del Day 2 del test in Qatar. Lo spagnolo del team GO&FUN Gresini era rimasto un po’ deluso ieri dalle sue performance, considerate quasi un passo indietro rispetto ai progressi di Sepang2. Il vero obiettivo resta pur sempre quello di trovare il giusto setup per la gare e le altrettanto idonee regolazioni per l’anteriore, parametro per il quale aveva sofferto molto qui l’anno scorso.

Al 2º posto il compagno di marca, Stefan Bradl. Il tedesco del team LCR Honda risale dal quinto posto di ieri alla piazza d’onore, migliorando di oltre mezzo secondo il suo personale score e fermando il cronometro a poco piú di tre decimi da Batigas. Impegnato in moltissime regolazioni, il pupillo di Lucio Cecchinello ha tutte le carte in regola per porsi come la migliore moto satellite della casa di Tokio.

Facce sorridenti al box NGM Forward Racing per la terza posizione di Aleix Espargaró. Erano in molti a chiedersi se le regolazioni di Sepang potessero funzionare anche in Qatar e, vista la risposta che ha dato la pista in questi primi due giorni, sembra che lo spagnolo abbia già trovato un’ottima base di partenza, almeno per la prima gara. Non pienamente soddisfatto del comportamento dell’anteriore, Aleix si concentrá domani in due long-run (con gomma dura e super-morbida) per sceglier la migliore tra le due opzioni di pneumatici.

Giú dal "podio virtuale" le due Yamaha M1 del team Monster Tech3, protagoniste della prima giornata di ieri: ad esser davanti è Bradley Smith, che quest’oggi si è dedicato alla ricerca del giusto setup chiudendo 4º a quattro decimi dal leader. L’inglese ha fatto vedere un passo di gara veloce e costante, nonostante fosse impegnato nella ricerca di maggior grip al posteriore.

Il suo compagno di squadra, Pol Espargarò, prosegue con il suo apprendistato nella classe regina: quaet’oggi è stato il pilota che ha completato piú giri in pista. Il campione del mondo Moto2 in carica vuole migliorare il suo stile di guida e addattarlo alla nuova moto.

La Ducati di Andrea Iannone continua ad avere piccoli problemi che non erano salti fuori a Sepang2. L’abruzzese non ha ancora provato la gomma extra-soft. Problemi tecnici invece per Yonny Hernadez, prima appiedato dalla sua Desmosedici e poi finito in terra per la chiusura dell’anteriore. Per i due piloti del team Pramac Racing, così come per la maggior parte dei loro colleghi-rivali, sono stati effettuate le prime simulazioni di gara.

 

Guarda tutti i risultati del secondo giorno dei test ufficiali MotoGP di Losail

TAGS 2014 Losail Circuit

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™