Moto2, test Valencia: Mika Kallio per 1 millesimo su Jordi Torres

Moto2™, powered by
test Valencia Day1 Moto2 report
martedì, 11 febbraio 2014

Si è trattato solo del primo assaggio, eppure nel primo giorno di test nella middle class si sono visti tanti spunti interessanti e un time attack sul finale. A spuntarla, il finlandese Mika Kallio sulla Kalex del Marc VDS Racing.

Nella Moto2, il primo a scendere in pista è l’inglese Gino Rea, dell’omonimo team AGT-Rea Racing. Lo imitano pochi minuti piú tardi il duo del team Argiñano&Gines, Axel Pons e Jonas Folger, e Josh Herrin in sella alla Catheram Moto Racing, per la prima volta schierata nelle competizioni a 2 ruote. Allo scadere della prima ora, è la Kalex di Luis Salom a mettersi davanti alle Suter di Rea e Mulhauser. Lo spagnolo ora in forza al team Tuenti Hp di Sito Pons sembra esser giá a suo agio sulla nuova moto, per nulla intimorito dal salto di categoria. Allo scadere della prima ora, il francese Johann Zarco ristabilisce le geraschie in casa Catheram, agguantando il 6º crono provvisorio.

Passa un’altra ora e, complice anche l’asflato piú gommato, le posizioni in classifica si ribaltano. E’ una sfida Suter-Kalex ma, nonostante la schiera nutrita di quest’ultime sono il realtá le prime ad assumere il comando delle operazioni. Thomas Luthi del team Interwetten e Nico Terol del team Mapfre Aspar si contendono la vetta separati da 3 decimi. A mezzo secondo dallo svizzero troviamo il Campione in carica Moto3 Maverick Viñales, il finlandese Mika Kallio (uno dei piú accreditati alla vittoria finale col VDS Racing) e Julian Simon su Italtrans, 5º a otto decimi dal leader. Chiude la top ten provvisoria il Campione uscente della categoria Supersport, Sam Lowes sulla prima delle SpeedUp.

Terol e Luthi continuano il monologo delle Suter scambiandosi la leadership della classifica. Il compagno di squadra in Aspar, Jordi Torres, risale con prepotenza sino alla 5º piazza, imitato da Anthony West: l’australiano si fa carico della SpeedUp portandola fino all’ottavo tempo con un ritardo di 1"2. All’interno della top ten si affaccia anche il giapponese Takaaki Nakagami, sempre legato al telaio Kalex ma passato quest’anno dal team Italtrans a Idemitsu Honda Asia. Le Suter di Alex De Angelis e Dominique Agerter bussano alle porte della top ten, ora chiusa da Zarco. Luis Salom scende sino in 15ª posizione, incalzato di pochi millesimi da Krummenacher, Lowes e Ramos.

Sandro Cortese e Alex Mariñelarena assaggiano da molto vicino l’afalto del circuito Ricardo Tormo: per fortuna entrambi non riportano alcuna conseguenza. A causa delle basse temperature, stessa identica sorte tocca a Miguel Oliveira: il pilota portoghese della Mahindra perde l’anteriore alla curva4. Nel frettempo Jordi Torres non demorde e passa in testa alla classifica. Sale anche Esteve Rabat, a dimostrazione delle capacitá e delle aspirazioni del team VDS Racing. L’ex-compagno di squadra di Pol Espargaró spodesta dal 5º posto Julian Simon, mentre Sam Lowes arriva addirittura alla 7ª posizione. De Angelis sorprende arrivando a cogliere la top ten e scalzando Maverick Viñales.

Tutto finito? Affatto. Perchè il finlandese Mika Kallio, sempre con la sua Kalex del team VDS Racing, compie l’impresa facendo segnare il crono di 1:36.206, beffando di appena 1 millesimo lo spagnolo Jordi Torres. Nell'ultima sessione della giornata, si registra il lampo di Nakagami, che balza al 6º posto assoluto. Appuntamento a domani per il secondo giorno da Valencia, il bel tempo atteso lascia ben sperare.

Guarda tutti i risultati del primo giorno dei test Moto2 a Valencia

Video:

Guarda tutti i video di questo evento

Ultime notizie

  • MotoGP™
  • Moto2™
  • Moto3™
Pubblicità
Paddock Girls MotoGP VIP VILLAGE™