Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Giansanti, novità a Le Mans

Giansanti, novità a Le Mans

Dopo le non certo esaltanti prestazioni nei primi tre Gran Premi della stagione, Mirko Giansanti arriva a Le Mans deciso a dare il meglio di sé. Questo perché il lavoro dei suoi tecnici e dei meccanici dell´Axo Racing Team sta cominciando a dare i primi frutti. Naturalmente spetterà a pilota ternano dimostrare in pista che il sta cambiando.

´E´ stata una settimana tranquilla, quella che ho trascorso a casa: al mattino e nel primo pomeriggio molta palestra, soprattutto sedute di ginnastica aerobica, cyclette e vogatori, qualche corsetta per non perdere tonicità muscolare e alla sera a nanna presto. Insomma, vita tranquilla. Naturalmente mi sono tenuto in contatto con i miei meccanici e con i tecnici. Da loro ho saputo che ci sono delle novità in vista del G.P. di Francia. Del resto lo avevo detto subito dopo le prove del sabato a Jerez: la mia moto mancava di…cavalli. E senza quelli non è possibile competere con i migliori. Vedere la Honda di Azuma girare a mille e la mia no, mi faceva andare in bestia. Ora, per la gara di Le Mans, le cose dovrebbero cambiare e finalmente anche io potrò avere una moto competitiva. Merito ovviamente di miei meccanici, che faranno il massimo per mettermi nelle condizioni di ben figurare.

Per quanto riguarda il circuito, debbo dire che Le Mans è una pista affascinante e che mi porta fortuna, se è vero che lo scorso anno conquistai un secondo posto niente male, alle spalle del giapponese Ui ma davanti allo spagnolo Alzamora. E´ un circuito in cui non servirà tanto avere velocità di punta, visto che c´è un solo rettilineo importante, quanto accelerazione per i continui cambi di direzione. Occorrerà poi stare molto attenti ai tratti di asfalto vecchio: è scivoloso e si rischia davvero di finire per terra´.

Bataille cerca punti

Il pilota del Principato di Andorra non è al massimo della forma, dopo le due consecutive cadute in prova nel Gran Premio di Spagna a Jerez: la mano sinistra gli duole ancora ma Eric cercherà a Le Mans di portare a casa i primi punti di un campionato sinora avaro.

´Il primo ad essere deluso di come stanno andando le cose sono io. Per questo vedrò di porvi rimedio. Il mio principale problema è la foga con la quale affronto la gara: i tecnici mi invitano a controllarmi di più. Cercherò di fare tesoro dei loro consigli. Non sarà facile, ma se voglio conquistare punti in campionato dovrò cambiare il mio modo di guidare e di affrontare le gare. Mi auguro che Le Mans sia la pista adatta per cominciare a migliorare´.

Il Direttore tecnico dell´Axo Racing Team, Daniele Romagnoli ha esordito:´In settimana abbiamo effettuato dei test al banco prova e pensiamo di aver trovato alcune soluzioni che ci permetteranno di essere competitivi in Francia. L´importante, da ora in poi, è recuperare il tempo perduto´.

Axo Racing Team

Tags:
125cc, 2001, Grand Prix Polini de France, QP1

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›