Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Lucchi, il più veloce malgrado vittima di una caduta

Lucchi, il più veloce malgrado vittima di una caduta

Marcellino Lucchi è stato il più veloce in questa seconda sessione di prove della 250 del Gran Premio Cinzano d´Italia ma, subito dopo aver ottenuto il miglior tempo, ha sofferto una spettacolare caduta all´altezza di Poggio Secco che gli ha causato alcune contusioni. Il pilota collaudatore dell´Aprilia ha conseguito il suo miglior tempo al sesto giro nella prima parte della sessione e mentre cercava di migliorare il suo tempo, è andato a finire a terra. Il quarantaquattrenne detentore della pole position si sottoporrà ad una visita medica prima di prendere parte all´ultima sessione di qualificazione che si disputerà questo pomeriggio.

Malgrado l´incidente, Lucchi è riuscito a mantenere il primo posto fino alla fine della sessione. Alla fine, Harada, McWilliams e il francese De Puinet gli si sono avvicinati con una differenza di mezzo secondo. I piloti dell´Aprilia sono tornati ad essere i protagonisti di questa sessione dato che 9 di essi si sono classificati tra i primi dieci. Tra questi Tetsuya Harada, Jeremy McWilliams, Randy De Puinet, Roberto Locatelli e Klaus Nohles sono stati più veloci del leader del Campionato Daijiro Katoh.

Il fenomeno giapponese è stato l´unico pilota a non rientrare tra i primi dieci, con Roberto Rolfo, Alex Debon e Franco Battaini che hanno svolto una soddisfacente sessione. Il compagno di squadra di Katoh, Emilio Alzamora, non ha conseguito un´ottima sessione, è riuscito a classificarsi soltanto al ventunesimo posto. Il pilota italiano Marco Melandri dopo i magnifici risultati di questo inizio di Campionato, oggi è apparso meno brillante del solito concludendo la sessione con un mediocre sedicesimo posto.

Tags:
250cc, 2001, Gran Premio Cinzano d'Italia, FP1

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›