Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Harada trionfa nel quinto evento del campionato al suo ritorno nella 250 e reclama la sua condizione di candidato al titolo

Harada trionfa nel quinto evento del campionato al suo ritorno nella 250 e reclama la sua condizione di candidato al titolo

Tetsuya Harada è riuscito a conseguire ieri la sua prima vittoria dell´anno nella quarto di litro e ha dimostrato di poter contendere il titolo al suo compatriota Daijiro Katoh, al quale ieri ha impedito di proseguire con la sua serie di vittorie consecutive in un circuito che conosce a meraviglia essendo il tracciato dell´Aprilia.

Il giapponese ha riacquistato la fiducia in questa stagione dopo aver corso per due anni con la moto della 500 della casa di Noale. La scorsa stagione è stata negativa per Harada e con un sesto posto in Catalunya come miglior risultato, classificandosi sedicesimo. L´ anno prima, le cose erano andate meglio ed era riuscito a salire al terzo posto del podio in due occasioni, in Francia e in Gran Bretagna, per terminare decimo nel campionato. La decisione dell´ Aprilia di non continuare con il progetto della moto bicilindrica della 500 lasciò Harada in una situazione personale complicata ma gli diede la possibilità di ritornare nella 250.

Harada ieri ha sommato la sua quindicesima vittoria nella quarto di litro trattandosi di una cilindrata che conosce alla perfezione. Fu proclamato campione del mondo con Yamaha nel 1993 e, due anni dopo, terminò secondo dietro a Biaggi. Nelle stagioni 1997 e 1998 ha concluso nella terza posizione, ma nell´ultima delle due stagioni, gli è rimasto un amaro ricordo per la maniera in cui perse il titolo. Nel Gran Premio d´Argentina al quale Harada e Capirossi, (entrambi piloti dell´Aprilia) arrivarono con possibilità di essere campioni del mondo. La gara fu molto emozionante e nell´ultima curva dell´ultimo giro, Capirossi, che stava rimontando da dietro cercò di fare un sorpasso molto complicato su Harada che fece finire a terra il giapponese mandandolo fuori della pista. Se avesse terminato davanti all´italiano, sarebbe stato proclamato campione del mondo per la seconda volta. Harada non si rese conto di quello che era successo dato che l´incidente lo aveva causato un compagno di squadra. Adesso ha l´opportunità di recuperare una corona che sempre ha creduto che gli appartenesse.

Tags:
250cc, 2001, Gran Premio Cinzano d'Italia, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›