Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Valentino Rossi, primo classificato al Gran Premio di Inghilterra.

Valentino Rossi, primo classificato al Gran Premio di Inghilterra.

Valentino Rossi : ´ Le prove erano state un inferno: venerdi´ il torcicollo e la caduta a 200 kmh., sabato la pioggia che aveva lasciato la pole position a Biaggi che è l´avversario più pericoloso per il mondiale. Anche il warm-up in cui riponevo tante speranze era andato tutt´altro che bene perché appena ero salito in moto mi ero reso conto che l´assetto non era affatto soddisfacente ed abbiamo subito dovuto modificare la regolazione delle sospensioni. Fortunatamente la squadra ha fatto un lavoro fantastico ed al via avevo una moto che andava bene. Questo ha reso possibile un´impresa che non era certo semplice. Partito dalla terza fila, al primo giro davanti al traguardo sono passato in undicesima posizione con due secondi e mezzo di ritardo dal primo (Roberts) che sono diventati tre al secondo passaggio perché ovviamente stando nel gruppo si perde tempo ed anche perché con il serbatoio pieno e la moto molto pesante non volevo rischiare.

C´erano un paio di punti in cui sfruttando la stabilità della moto in frenata potevo effettuare i sorpassi e così ho cominciato a recuperare posizioni; ma per superare Jacque mi ci è voluto un sacco di tempo e, proprio quando lo stavo passando è arrivato lungo in ´staccata´ in una curva a destra e per poco non sono finito sull´erba. Così ho perso tempo rispetto al gruppo dei primi ( Roberts, Barros Biaggi e Capirossi ) ed in quella fase mi sono reso conto che raggiungerli non sarebbe stato semplice perché il mio pneumatico posteriore aveva già perso parte del suo ´grip´.

Fortunatamente dopo qualche giro anche loro hanno cominciato ad avere lo stesso problema ed ho ricominciato a guadagnare terreno. Giravano su un passo di 1´33.8 mentre io sapevo di poter essere di mezzo secondo più veloce. Così quando sono riuscito a farmi sotto ed a superarli uno per uno ho capito che la gara era vinta: una cosa che stamattina francamente ritenevo impossibile.

Credo che sia stata la mia gara piu´ bella da quando corro nella classe 500 e devo dire grazie anche a tutti gli amici che mi sono stati intorno e mi hanno aiutato a mantenere la calma ed a rimanere sereno in questa vigilia difficilissima. Adesso siamo soltanto a metà campionato e ventisei punti di vantaggio in classifica non sono un ´gap´ incolmabile, ma credo di avere superato un momento critico e di avere vinto una gara cruciale. Ora, dopo i test in Giappone per la ´ 8 ore di Suzuka´ mi aspetta il Sacshenring: di solito non amo le piste lente ma li´ l´anno scorso ho disputato un ottima gara e vado al Gp. di Germania fiducioso. ´

Honda Nastro Azzurro

Tags:
500cc, 2001

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›