Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Gran Premio del Portogallo - Estoril - (Prove 125)

Gran Premio del Portogallo - Estoril - (Prove 125)

Lucio Cecchinello #9 (MS Aprilia LCR) il quarto tempo non soddisfa particolarmente Lucio e non tanto per la posizione sullo schieramento che vale la prima fila provvisoria, quanto per il distacco che ha accumulato dal giapponese Ui, autore di una prestazione veramente strabiliante: ´Complimenti a Ui, ma evidentemente la sua moto si trova particolarmente bene su questo tracciato molto particolare. Ricordo che anche lo scorso anno Ui ottenne la pole e poi in gara era in fuga prima di cadere. Alla mia Aprilia, invece, le irregolarità di questo asfalto danno piuttosto fastidio: in questo senso la situazione è esattamente quella del 2000. Il grip fuori traiettoria, invece, è molto migliorato. Io personalmente ho la sensazione che il mio motore spinga fortissimo, ma ho qualche problema in quella sottospecie di ´S´ da fare quasi a piedi tanto è lenta: lì perdo un sacco di tempo. Comunque siamo soltanto alla prima giornata e per me è sempre un po´ più difficile perché è la prima stagione che guido l´Aprilia e quindi mi mancano i riferimenti. Non sono certo le prove di febbraio a cambiare le cose: la situazione è talmente differente da allora che è come non essere mai venuti qui prima´.

Simone Sanna #16 (Safilo Oxydo Race) ottavo il forte pilota toscano: pure per lui una prestazione ancora lontana dall´ideale, ma buone indicazioni sulle quali lavorare per migliorare la resa della moto. ´Verso metà del turno ho dovuto andare dritto nella via di fuga e quindi ho perso un po´ di tempo per far pulire la moto ai miei tecnici: c´erano tre piloti praticamente fermi e per non centrarli ho dovuto scegliere la strada dei campi… La temperatura alta ci crea sempre qualche problema alla sospensione posteriore: speriamo di riuscire a migliorare perché il tempo che ha realizzato Ui è molto veloce davvero´.

Max Sabbatani #11 (Bossini Fontana Racing) il pilota fantino è sedicesimo, un passo indietro piuttosto netto rispetto alle più recenti prestazioni che avevano visto il romagnolo tra i primissimi. Ma il motivo c´è 'All´ultimo giro stavo per riuscire a prendere Elias, di sicuro gli avevo guadagnato un bel po´, quando in una frenata secca mi è andata ´a pacco´ la forcella e sono stato costretto a tirare dritto nella via di fuga per non cadere. Abbiamo la regolazione della forcella troppo morbida e così in frenata si alza dietro… Peccato: anche se si tratta di un problema risolvibile, mi ero abituato bene e ritornare dietro non è una bella sensazione´.

Gino Borsoi #23 (LAE UGT 3000) le conseguenze della caduta di Brno si fanno ancora sentire anche se le cose migliorano con costanza e il pilota veneto per ora si deve accontentare di un modesto venticinquesimo posto: ´Ho tolto il gesso ieri, oggi ho girato con una fasciatura, ma non posso fare abbastanza forza col braccio destro e ciò mi penalizza moltissimo in quella chicane lenta in salita dove si cambia lato di piega di forza: le cose stanno lentamente migliorando e sicuramente domani sarò in grado di essere più veloce, ma per ora… Quanto alla moto a guidarla a questi ritmi mi sembra a posto, ma è evidente che sia così, sto prendendo una vita…´

Aprilia

Tags:
125cc, 2001, Grande Premio Marlboro de Portugal, QP1

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›