Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La lotteria valenciana non premia Aprilia !

La lotteria valenciana non premia Aprilia !

Dieci piloti col coltello tra i denti in lotta tra di loro fino all´ultima curva: una gara così non premia soltanto le doti di guida, ma anche aggressività, fortuna, furbizia. Da questa spettacolare forma di lotteria non sono usciti i numeri dei piloti Aprilia che pure sono stati protagonisti del grande spettacolo alla pari degli altri. Peccato, ma la 125 è categoria nella quale niente è sicuro fino alla fine.

Gino Borsoi (LAE Ugt 3000) #23 5° in 42´45´983

Il risultato migliore dei piloti Aprilia alla fine l´ha colto questo veneto ancora sofferente per la frattura dello scafoide del polso destro occorsagli a Brno, un mese fa. Al rientro ai box guidava soltanto con la sinistra e è stato aiutato a scendere dalla moto. Ma negli occhi aveva la luce di chi è felice: ´Sono contento, ma potevo farcela a finire nei primi tre se alla fine non fossi stato così male: durante gli ultimi giri il dolore nelle due curve a destra era troppo forte e non sono riuscito a stare abbastanza avanti da poter finire sul podio. Peccato, perché l´ho sfiorato. La moto è andata bene, ma rispetto a quella di Pedrosa mancava un po´ di accelerazione e così quando mi superava non riuscivo a ripassarlo abbastanza velocemente. Piuttosto si vedeva da fuori che avevo qualche difficoltà in frenata? Dedico in ogni caso questa prestazione alla mia squadra e alla Clinica Mobile´.

Simone Sanna (Safilo Oxydo Race) #16 6° in 42´46´008

Il pilota toscano ha sfiorato il successo: a poche centinaia di metri dal termine era primo, ma ha chiuso al sesto posto. Ovviamente era un po´ deluso: ´Oggi mi mancava quel pizzico di velocità massima che mi avrebbe consentito di stare davanti nella parte veloce: una volta ripassato, all´ultima curva, ho trovato la strada chiusa e così è venuto un sesto posto che non mi fa impazzire di sicuro. La gara è stata divertente, ma soltanto fino a poco dal termine: il risultato non lo trovo particolarmente ameno´.

Lucio Cecchinello (Ms Aprilia LCR) #9 7° in 42´47´018

Ha guidato la gara per un po´, ma al termine il pilota manager italiano non ha potuto sfruttare le sue chance per una scelta di pneumatici rivelatasi poi errata: ´Abbiamo effettuato tutte le prove con una gomma dalla mescola media, ma oggi in gara faceva meno caldo e le gomme scivolavano meno consumandosi e strappandosi di più. Non ho voluto rischiare la mescola più dura come in Portogallo e forse era la scelta giusta. La gara mi ha divertito molto all´inizio, poi una volta in crisi con le gomme non mi sono divertito più'

Max Sabbatani (Bossini Fontana Racing) #11 9° in 42´47´427

Solito problema per il fantino romagnolo: le gomme standard che ha a disposizione non reggono fino al termine della gara: ´Peccato, ma è sempre lo stesso: fin che ho grip va tutto bene e difatti sono stato coi primi, poi non riuscivo più ad aprire il gas e ho dovuto lasciar perdere i sogni di gloria. Per un po´, però, mi sono divertito´.

Aprilia

Tags:
125cc, 2001, Gran Premio Marlboro de la Comunitat Valenciana, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›