Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Mondiale riaperto

Mondiale riaperto

La spaventosa caduta di Marco Melandri al sesto giro (tanto spettacolare quanto -per fortuna- incruenta) ha coinvolto Katoh che lo seguiva dappresso e spianato la strada al terzo successo stagionale di Tetsuya Harada dopo quelli del Mugello e di Brno. Si tratta del diciassettesimo trionfo in carriera per il pilota giapponese dell´Aprilia e del 118° in assoluto per la Casa di Noale. Oggi Harada ha vinto per la seconda volta un Gran Premio in Giappone: l´altra fu nel 1993 a Suzuka, stagione nella quale conquistò pure il titolo mondiale della 250. Ora il distacco tra i due nipponici in lotta per il titolo è di soli 24 punti mentre in palio ce ne sono ancora 75. Nel campionato per costruttori il distacco tra Honda e Aprilia è ora di un solo punto! Ottimo terzo il ´vecchio´ Jeremy McWilliams beffato da Alzamora all´ultimo giro. Ora tutti di corsa all´aeroporto di Narita perché domenica 14 c´è la terzultima gara di questa stagione.

Tetsuya Harada (MS Aprilia Racing) #31 primo in 43´59´587

´Mentre correvo non mi sono accorto di nulla, d´altronde non potevo vedere alle mie spalle, ma quando dai box mi hanno segnalato il distacco sul secondo ho capito che qualcosa doveva essere accaduto immediatamente dietro di me. Ora il distacco tra me e Katoh si è ridotto di 25 punti: resta sostanzioso perché 24 non sono pochi, ma questa volta di essere fortunato è toccato a me e quindi a maggior ragione proverò a conquistare questo titolo anche se non sarà per nulla facile. Oggi ho fatto fisicamente molta fatica a finire la gara perché non stavo bene. Al via non sono scattato benissimo, ma alla prima curva Katoh ha commesso un errore e allora ho preso la testa della gara e l´ho sempre mantenuta. Bene, sono contento, ora pensiamo a guarire e a cercare di continuare a vincere´.

Marco ´Macio´ Melandri (MS Aprilia Racing) # 5 caduto

Durante il sesto giro della gara delle 250 Marco Melandri è caduto e il giapponese Katoh, che gli proprio in scia è rimasto coinvolto: non ha potuto evitarlo e lo ha centrato finendo a sua volta a terra. Sul casco di Macio Melandri è chiaramente visibile il segno nero dalla ruota del giapponese che lo ha colpito prima di cadere. Quando il pilota ravennate è giunto in ambulanza al centro medico del circuito era in stato confusionale e si teneva il polso destro con la mano sinistra. Dopo un primo e rassicurante controllo (nel frattempo Macio aveva anche riacquistato lucidità) è stato deciso di portarlo in elicottero (per non perdere i 50 minuti necessari al trasporto via terra) all´ospedale della città di Utsonomia attrezzato per trattare traumi al sistema nervoso. Fortunatamente la Tac ha dato esito negativo e Macio è rientrato al circuito con una frattura al terzo metacarpo destro. Secondo i medici dell´équipe della Clinica Mobile c´è addirittura l´80 per cento di possibilità che possa correre domenica prossima il Gp d´Australia a Phillip Island.

Jeremy McWilliams (MS Aprilia Racing) #99 terzo in 44´´07´611

´Oggi avevo un setting della moto un po´ troppo soffice per essere più veloce. All´ultimo giro non ho potuto frenare più tardi e Alzamora mi ha passato. La sua moto era più stabile in staccata. Ero più veloce di ieri in prova, ma ancora meno di quei tre là davanti. Forse a Phillip Island domenica prossima riuscirò a stare con loro perché è una delle piste che preferisco´.

Aprilia

Tags:
250cc, 2001

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›