Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Randy Mamola spiega i motivi della vittoria di Rossi e della caduta di Biaggi al Gran Premio del Pacifico

Randy Mamola spiega i motivi della vittoria di Rossi e della caduta di Biaggi al Gran Premio del Pacifico

Nel suo comunicato stampa dopo la gara, Max Biaggi ha riconosciuto che Valentino Rossi sarà il vincitore del Campionato. Inoltre ha affermato di essere stato il pilota della Yamaha ad aver cercato di imporsi maggiormente e di conseguenza di essersi esposto a maggiori rischi, come appunto quello di cadere, rispetto agli altri piloti della Yamaha. Ha aggiunto che la Yamaha dovrà fornirgli gli ´strumenti giusti´ se vorrà avere qualche chance per il titolo. Ha detto inoltre che la sua squadra pensava di aver preparato una moto capace di risolvere i suoi problemi ma che, semplicemente, non ha funzionato.

Secondo il mio punto di vista, l´Honda è sempre stata la leader. Certamente, gran parte dei circuiti nel calendario del MotoGP favoriscono maggiormente l´Honda anzichè la Yamaha, però ciò non significa che la Yamaha o la Suzuki non possano vincere gran premi o titoli mondiali. Max è caduto nelle ultime quattro gare. Secondo il mio punto di vista Max affronta le curve troppo velocemente, ciò comporta una maggiore inclinazione e logicamente aumentano le possibilità di perdere il controllo della ruota anteriore. Se non commetti alcun errore è la maniera più veloce di correre, ma quando diminuisce il rendimento del pneumatico o cambia il livello della gara, ti devi adattare ad ogni tipo di situazione, il pilota deve essere in grado di reagire a seconda delle diverse situazioni che si presentino.

Quando Max corre nelle prove o da solo è un piacere osservarlo. Con il suo elegante stile è come vedere in azione un chirurgo, situa la moto nello stesso punto al medesimo tempo. Il modo come accelera senza muovere troppo la moto è come poesia in movimento.

Quando corri con un´ Honda lasci un ´impronta più grande nelle curve. La Yamaha va nel medesimo punto ma la sua impronta è più leggera, e pertanto aumentano le possibilità di commettere un errore. Di conseguenza, devi essere più preciso e ciò fa in modo che la Yamaha sia più difficile da guidare. Ciò non significa che non possa battere l´Honda, non credo che la Suzuki fosse la miglior moto lo scorso anno ma Kenny Roberts è riuscito ugualmente a vincere il titolo. Disponeva delle migliori strutture, incluso pneumatici da 17 pollici e con questi requisiti ha disputato una magnifica stagione.

Non credo che Biaggi abbia fatto una scelta giusta optando in gara per il pneumatico da 17 pollici nella ruota posteriore. In due delle tre ultime gare ha perso il controllo della moto usando pneumatici da 16.5. La gara è stato di 9 secondi più lenta rispetto a quella dello scorso anno, quando vinse Kenny utilizzando un pneumatico da 17 pollici nella ruota posteriore. Max avrebbe potuto completare la gara a questa velocità. La gomma da 16.5 rende la moto più temperamentale in curva, mentre quelle da 17´´ ti fanno sentire comodo e questo è quello che aveva bisogno Max.

Se ci fosse un Campionato composto da sole moto Honda, con tutti i corridori alla guida delle medesime moto, continuerebbe a vincere il medesimo tipo, con una moto gialla ed il numero 46 nel frontale. Allora, alcuni direbbero che alcune squadra hanno maggiore eperienza di altre… Bisogna imparare ad adattarsi alle differenti situazioni che sorgono in gara.

Valentino ha dato il massimo di sè a Motegi e, ben assecondato dalla sua squadra, ha fatto quello che doveva fare. Dovrebbe vincere il titolo in Australia e mi risulta difficile pensare che ci siano già in commercio le magliette che celebrano il titolo.

Abbiamo avuto un anticipo di quello che sarà il prossimo anno quando Mick Doohan e Freddie Spencer hanno provato la nuova Honda a 4 Tempi che entrerà in competizione a partire dal 2002. Mick mi ha detto che la moto ha migliorato notevolmente rispetto all´ultima volta che la provò, lo scorso 5 agosto, in occasione delle Otto Ore di Suzuka. Honda non desisterà fino a quando non sarà pronta per vincere gare. Le foto della moto non le rendono giustizia, quando la vedi dal vivo è veramente bella, non puoi pensare che ci siano cinque cilindri nascosti sotto una moto leggermente più piccola rispetto allo standard attuale.

Per ultimo, vi dirò che in Australia, prenderò parte a due progetti differenti con la Yamaha biposto. Compareremo la velocità di una moto sportiva 250 da strada guidata da Malcolm Campbel con una 750, anch´essa da strada, guidata da Kevin Magee. Avrà luogo sulla pista di Phillip Island e credo che sarà molto divertente.

Per quanto riguarda i miei passeggeri, vi anticipo che uno di essi sarà Sara Jane, la ragazza più ammirata su internet. È una grande appassionata di moto e inoltre possiede una magnifica moto. Sicuramente con lei dovrò adattare al massimo il mio stile di guida.

Tags:
500cc, 2001

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›