Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Olivier Jacque e Shinya Nakano rammentano la gara dell´anno passato dove fu deciso il titolo della 250

Olivier Jacque e Shinya Nakano rammentano la gara dell´anno passato dove fu deciso il titolo della 250

La gara dello scorso anno a Phillip Island fu la 16ª ed ultima della stagione 2000 e proprio in questa prova fu deciso il Campionato della 250. Olivier Jacque riuscì ad attraversare per primo il traguardo ad appena 0.014 secondi da Shinya Nakano conquistando la vittoria ed il titolo. Si classificò davanti al giapponese, anche lui appartenente alla squadra Chesterfield Tech 3. motograndprix.com ha parlato con i piloti della Yamaha Gauloises Tech 3 riguardo la gara dello scorso anno nello scenario dove entrambi hanno combattuto per la vittoria del Campionato del Mondo:

mgp: Che ricordi ha della gara dello scorso anno a Phillip Island?

Shinya Nakano: Non sono bellissimi, qui ho perso il Campionato del Mondo, Olivier Jacque mi superò in prossimità del traguardo. Mi ha dato una buona lezione. Arrivai alla gara come leader del Campionato e sicuro di me stesso, forse troppo. C´era molta pressione ed successivamente mi resi conto che avrei dovuto controllare maggiormente la situazione.

Olivier Jacque: Per me invece sono dei bellissimi ricordi, logicamente. Vincendo la gara mi aggiudicai di conseguenza il Campionato e ancora oggi ci penso. Mi ricordo alcuni frangenti della gara, non soltanto di quella in particolare ma anche delle altre disputate in questo circuito. Mi ricordo di essermi trovato leggermente davanti a Shinya ed ho come un flash, penso che si trattasse in prossimità del traguardo, dove è quando iniziai a festeggiare. Successivamente dopo alcuni metri già non ero così sicuro della vittoria e dovetti aspettare il verdetto dei meccanici, attraverso il walkie-talkie.

MGP: Come ha influito questo episodio nel suo rapporto con Shinya, dato che siete compagni di squadra?

OJ: Continuo ad avere un ottimo rapporto con Shinya, è una bravissima persona e ci divertiamo molto insieme.

SN: Non è cambiato nulla. Certamente, persi un Campionato ma continuiamo ad essere ottimi amici. Siamo rivali quando corriamo, ma fuori della pista siamo ottimi amici. Olivier è più anziano di me, stando al suo fianco imparo molte cose.

OJ: Non parliamo molto della scorsa stagione, adesso abbiamo altri obiettivi. Cerchiamo di lavorare insieme e progredire nella classe. Credo che adesso siamo una squadra più unita, i meccanici hanno maggiore fiducia e tutti quanti siamo concentrati nel medesimo obiettivo.

mgp: Che ne pensa del circuito di Phillip Island?

SN: Mi piace molto sia perchè è un circuito veloce e sia perchè è ubicato in un meraviglioso scenario.

OJ: Corriamo a Phillip Island da molti anni e mi piace moltissimo sia il posto che il circuito. È spettacolare vedere il mare dalla pista ed il paesaggio è meraviglioso. Inoltre è una pista veloce e per questo motivo mi piace molto.

MGP: Questa stagione Shinya Nakano ha acquistato vantaggio, è riuscito a correre di più e chissà il fatto di aver acquistato maggiore esperienza con la moto sia stata utile per entrambi, non è così?

SN: Ovviamente, Olivier è caduto all´inizio dell´anno mentre io ho corso di più. La mia speranza è che il prossimo anno entrambi ci troveremo a lottare di nuovo per le prime posizioni, come in passato.

OJ: Il problema è che non siamo riusciti a mettere in pratica le conoscenze acquistate nella prima fase da Shinya ed applicarle sulla mia moto dato che lavoriamo su due binari diversi. Qundo sono rientrato nel Campionato abbiamo cercato di usare la sua messa a punto, che a lui ha funzionato benissimo, ma adesso stiamo di nuovo lavorando come quando correvamo nella 250. Parliamo e ci scambiamo informazioni.

MGP: Gli ritornerà in mente l´ultima gara dello scorso anno in questo fine settimana?

SN: (ridendo) Non credo. Quando sono arrivato al circuito forse per un attimo ho rivissuto quel momento, ma credo che non sarà un problema per me. Almeno spero!

OJ: Francamente non lo so. Credo che ciò sia acqua passata, adesso sono concentrato nella 500 e sulla nuova classe che avremo il prossimo anno.

mgp: Rispetto al prossimo anno, pensate di correre di nuovo nella squadra Tech 3. Come affronterete la nuova stagione?

OJ: È positivo essere di nuovo insieme. Non posso affermare se le moto a 4Tempi saranno oppure no competitive, non ho avuto ancora l´opportunità di guidarle; voglio concentrarmi sulla moto 500, che è quella che guiderò la prossima stagione.

Tags:
500cc, 2001

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›