Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

2 Aprilia in prima fila

2 Aprilia in prima fila

Il caldo di Sepang è sicuramente elevato (32° all´ombra con il 57% di umidità, ma la pista, ovviamente, si snoda sotto il sole…), ma in fondo sopportabile: è questa la notizia migliore di questa prima giornata di prove questo penultimo Gran Premio della stagione 2001. I piloti infatti scendono dalle loro moto sudati, accaldati, ma non distrutti, il che è già qualcosa. Le Aprilia si sono dimostrate competitive anche qui, con il peso leggero Sabbatani e Lucio Cecchinello in prima fila.Max Sabbatani #11 (Bossini Fontana Racing) il pilota romagnolo ha conquistato la prima fila provvisoria nonostante non si senta particolarmente a posto con la moto: buon segno in vista delle prove di domani e soprattutto della gara: ´Benino, sono contento, ma non del tutto perché non posso assolutamente dire di avere una moto a posto: dietro infatti scivola molto. D´altra parte essere terzo nonostante questi problemi, mi conforta. La moto infatti è velocissima e se riusciremo a risolvere questo problema potremo migliorare nettamente. In compenso il fresco è un´altra cosa: qui fa caldo davvero´.

Lucio Cecchinello #9 (MS Aprilia LCR) il quarto posto nella prima giornata di prove mette al sicuro da qualsiasi sorpresa, quindi il pilota-manager non può che essere soddisfatto: anche se domani dovesse venir giù un imprevedibile acquazzone tropicale una posizione di partenza favorevole è acquisita: ´Tutto bene, nessun grave problema: ora devo soltanto riuscire a capire quale gomma montare per la gara perché davanti scivola un po´. Piuttosto con queste temperature il problema viene dal freno anteriore. Noi della 125, infatti, per regolamento dobbiamo montare dischi in acciaio e non possiamo usare quelli in carbonio come invece è possibile ai piloti della 250 e della 500. Oggi ho fatto un paio di ´dritti´ perché il monodisco in acciaio si scalda molto e la frenata diventa meno efficace. Non abbiamo la possibilità di montarne due e quindi sarà una corsa dove alla fine ci sarà da stare molto attenti´.

Gino Borsoi #23 (LAE UGT 3000) non era soddisfatto del suo decimo posto il pilota veneto, una posizione che vale soltanto la terza fila sullo schieramento e quindi rappresenta un piccolo handicap. Se non altro, però, ha capito il suo problema: ´All´inizio del turno tutto stava andando molto bene, poi però abbiamo probabilmente scelto una gomma anteriore sbagliata perché vibrava e saltellava molto, rendendo impossibile andare più forte. Il fatto di essere comunque abbastanza ben messo nonostante questo problema mi sembra un buon segno per domani´.

Simone Sanna #16 (Safilo Oxydo Race) subito dietro a Borsoi si è classificato il pilota toscano che è insieme soddisfatto e deluso: un sentimento sicuramente contraddittorio, ma molto comune ai piloti che non si classificano almeno in prima fila: ´Sono abbastanza soddisfatto, ma non del tutto: se non altro il dito indice della mano destra fratturato nella caduta australiana non mi fa molto male: certo, quando guido faccio un po´ più di fatica a frenare, ma in fondo va bene. E questo è importante´.

Aprilia

Tags:
125cc, 2001, Malaysian Motorcycle Grand Prix, QP1

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›