Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Sanna secondo chiude in bellezza

Sanna secondo chiude in bellezza

Un´azzeccata e coraggiosa scelta di gomme ha consentito a Simone Sanna di giocarsi il successo in quest´ultima gara della stagione. Il pilota di Borgo San Lorenzo ha infatti deciso di partire con due gomme intermedie quando stava piovigginando e la pista era ovviamente bagnata. Con pazienza e costanza mentre le traiettorie si asciugavano sempre più Simone ha recuperato sul fuggitivo Ui e ha potuto giocarsi il successo all´ultima curva.

Simone Sanna #16 (Safilo Oxydo Race) uno splendido secondo posto, insomma, che ha dato qualche soddisfazione al pilota toscano dopo tre gare chiuse a zero punti e una stagione sotto le sue aspettative: ´Peccato, peccato davvero: l´ultima curva era bagnata e lui la faceva in seconda, io in prima così alla fine ha potuto uscire con più velocità e vincere. Insomma partendo con una gomma slick intagliata (da bagnato leggerissimo, perciò) anziché con la copertura da pioggia davanti ho compiuto una scelta azzeccata. In fondo sono contento e spero che questa prestazione mi aiuti a trovare una squadra per il 2002: parto in serata per l´Italia. Io sto bene anche a casa mia, ma stasera un po´ di festa qui a Rio l´avrei fatta volentieri´.

Gino Borsoi #23 (LAE UGT 3000) chiaro che chiudere la stagione con un 20° posto a un giro dal vincitore dopo uno stop per sostituire la gomma anteriore da bagnato con una intermedia (un´operazione che gli è costata praticamente un giro di ritardo) non può soddisfare: difatti Borsoi era arrabbiatissimo: ´Sinceramente è un mistero: qualche pilota con la mia stessa gomma ha finito la gara senza problemi, Ui ha addirittura vinto, a me è durata due giri. Avrei dovuto fare come Sanna che è partito con le intermedie: quando sono rientrato in pista dopo aver sostituito la gomma da bagnato con una più adatta alla situazione mi sono ritrovato con i primi due: dopo un po´ ho desistito per non dar loro fastidio, ma ho visto che nelle condizioni giuste avrei potuto lottare per il podio o anche per vincere´.

Andrea Ballerini #50 (Bossini Fontana Racing) dopo il secondo tempo in prova è più che ovvio che il toscano ambisse a qualcosa di meglio di una caduta: ´Dopo due giri ho finito le gomme, la moto si metteva di traverso anche a gas chiuso… poi nel curvone mi si è intraversata e sono finito in terra andando molto vicino a coinvolgere Poggiali: mi sarebbe dispiaciuto moltissimo se lo avessi danneggiato´.

Lucio Cecchinello #9 (MS Aprilia LCR) anche per il pilota manager una caduta è stata l´amaro suggello di questo 2001: ´Oggi io non avevo nulla da perdere, così quando mi sono accorto che Ui stava attaccando e iniziava a aumentare il suo passo ho cercato di andargli dietro, ma sono scivolato. Tra l´altro avevo già perso un po´ il contatto per via di un sorpasso di Poggiali molto difficile. Non credo che questa sia stata la mia ultima gara: le richieste che mi sono arrivate non hanno trovato molta resistenza comunque...´.

Max Sabbatani #11 (Bossini Fontana Racing) un deludente ritiro ha chiuso il mondiale del pilota più leggero di tutti: ´Poco da dire: un paio di giri e non avevo più gomme: a quel punto meglio fermarsi che cadere´.

Aprilia

Tags:
125cc, 2001

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›