Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La prima prova dell`Aprilia a 4 Tempi soddisfa Jan Witteveen

La prima prova dell`Aprilia a 4 Tempi soddisfa Jan Witteveen

Il progetto dell´Aprilia di competere nel Campionato del Mondo di MotoGP è andato in porto giovedì sull´asfalto del circuito di Jerez nel quale il prototipo della RS3 ha svolto i primi giri nelle mani del collaudatore della marca Marcellino Lucchi. Il Direttore della Competizione della marca, Jan Witteveen ha spiegato a motograndprix.com i dettagli del progetto offrendo le prime valutazioni.

motograndprix.com: Come valuta il primo test?

Jan Witteveen: Non abbiamo avuto problemi. Ovviamente, non abbiamo potuto iniziare a provare durante la mattinata a causa delle condizioni della pista; in ogni caso tutto funziona perfettamente, il motore ha risposto bene così come il resto dei componenti. Successivamente dovremo concentrarci sulla messa a punto della moto: trovare la messa a punto ideale per il motore, l´afflusso di potenza, le sospensioni ed i pneumatici. Abbiamo iniziato da zero ma i progressi sono buoni e ci troviamo sulla buona strada per affrontare il futuro.

mgp: Quali sono i vantaggi del motore tricilindrico?

J.W.: Il vantaggio di questa scelta sta nel fatto che ci troviamo nei limiti del peso minimo e saremo di 10 kg più leggeri. Un altro motivo è che l´impostazione di questo tipo di motori è un concetto sviluppato in Europa da parecchio tempo e vogliamo continuare su questa linea. Inoltre, se l´Aprilia deciderà di produrre una versione da strada di questa moto, sarà più economico che avere un motore a ´V´. Le dimensioni e il rendimento dei componenti sono simili a quelli che utilizza nella Formula 1 e possiamo usufruire gran parte di questa tecnologia ed esperienza. Con 4 e 5 cilindri si può soltanto utilizzare tecnologia più generica e non così specifica. Abbiamo preso in considerazione questo aspetto perchè abbiamo poco tempo per lo sviluppo di questo progetto.

Honda e Yamaha provano dal 2001, pensa che influirà molto nelle vostre possibilità nella presente stagione?

J.W.: Credo che abbiamo una solida base in quanto a motore. Siamo molto fiduciosi e sicuramente avremo meno problemi a un costo inferiore. Le 4 Tempi presentano un motore molto caro. In questa moto, abbiamo messo tutta la tecnologia che avevamo della 125, 250, 500 e Superbikes. Si tratta della prima volta che ci siamo messi a lavorare insieme. La tecnologia che disponiamo attualmente mi fa pensare che avremo un minor tempo di sviluppo rispetto alle altre case. Il nostro obiettivo per quest´anno è lo sviluppo. La competizione per il momento è un obiettivo secondario. Il proposito è quello di avere nel 2003 una squadra con due grandi piloti che siano competitivi rispetto ai migliori della classe del MotoGP.

mgp: Per quale motivo Laconi ha iniziato a lavorare con la Superbike?

J.W.: Quello che avrei desiderato per Laconi era che tornasse a guidare dopo 3 mesi di inattività e recuperasse il suo livello abituale prima di salire sulla moto del MotoGP.

mgp: Dopo varie congetture sul pilota della 4 Tempi, il prescelto è stato il francese. Per quale motivo?

J.W.: Per prima cosa perchè aveva un anno di esperienza con l´Aprilia Superbikes e questo ci permette di avere dei punti di riferimento. Inoltre, credo che abbia una buona esperienza perchè ha già corso nei gran premi e se la moto sarà in condizione, potrà ottenere buoni risultati. Inoltre, fornisce delle informazioni molto importanti per i tecnici e ci aiuterà allo sviluppo della moto.

mgp: Lucchi correrà con la RS3?

J.W.: È difficile dirlo. Stiamo all´inizio del progetto e non sappiamo ancora se potremo disporre del materiale da competizione sufficiente per lui. Se ci riusciremo, ci piacerebbe correre a Mugello. Sarà possibile solo se ciò non altererà troppo lo sviluppo normale del progetto. Comunque, sarà il pilota collaudatore della moto del MotoGP e della Superbike.

Tags:
500cc, 2001

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›