Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Il consulente tecnico Suzuki Warren Willing dà delucidazioni sull'evoluzione del GSV-R 4 tempi

Il consulente tecnico Suzuki Warren Willing dà delucidazioni sull'evoluzione del GSV-R 4 tempi

Il consulente tecnico Suzuki Warren Willing dà delucidazioni sull'evoluzione del GSV-R 4 tempi

Dopo un anno caratterizzato da delusioni continue, Warren Willing, il Consulente Tecnico del team Telefonica Movistar Suzuki ha rivelato a motograndprix.com la sua visione del nuovo progetto del costruttore giapponese per una MotoGP a 4 tempi e i progressi del GSV-R da quando, lo scorso dicembre, venne prematuramente inaugurato come il prototipo XREO.

´Siamo venuti a conoscenza della decisione di portare avanti un progetto per una 4 tempi solamente una settimana prima del comunicato stampa, e anche per noi è stata una sorpresa´, commenta l'australiano ´È una buona notizia, perché il team voleva fare questo passo già da un po` di tempo, soprattutto perché l'evoluzione di una 4 tempi è proiettata verso il futuro, mentre tutti i progetti per le 2 tempi sono ormai destinati a diventare antiquati ´.

Il motore a 4 tempi appare molto diverso da quello che ha realizzato I primi giri nella sede Suzuki in Giappone, ma Willing vuole mettere in chiaro che si tratta ancora di un progetto in pieno sviluppo. ´Non abbiamo fatto molti progressi perché durante tutti i test in programma l'attenzione si è centrata sul progetto originale. Non abbiamo ancora avuto il tempo per porre soluzione ai problemi trovati nei primi test, ma stiamo lavorando sulla base delle nostre analisi e ci sono ancora molte cose che vanno migliorate.´

´Sinceramente non credo che questa stagione riusciremo a vedere la moto al massimo livello di competitività, ma non bisogna dimenticare che di norma viene dedicato un anno allo sviluppo del progetto, a porte chiuse in Giappone. Useremo la stagione 2002 per ottimizzare la messa a punto di tutte le parti e speriamo nel 2003 di avere una moto veramente vincente´.

Le 4 tempi di Valentino Rossi e Tohru Ukawa stabiliscono già il ritmo nei test che precedono il campionato. Willing crede che lo sviluppo dei pneumatici rappresenta la chiave per il titolo del Campionato MotoGP 2002. ´Negli ultimi tempi nessuno avrebbe mai dubitato che la 4 tempi sarebbe sbarcata nella classe regina. Sono motori che avranno sempre molta potenza in più. Resta da vedere se lo sviluppo dei pneumatici sarà in grado di reggere il passo. Il segreto per avere una 4 tempi veloce non è diverso da quello per una 2 tempi veloce è giocare bene col gas per sfuttare al massimo l'aderenza´.

´Il peso in più delle 4 tempi va a detrimento della durata delle gomme´ spiega Willing. ´Quando la moto è inclinata si ha la stessa area di contatto sulla strada di una 500 e anche di una 250, non c'e molta differenza. È il rapporto tra il peso e la dimensione dell'area di contatto che determina la forza G in curva. Praticamente si tratta della stessa gomma che sopporta il peso extra, e questa è la ragione per cui una 250cc effettua una curva più velocemente rispetto a una 500cc e di conseguenza una 500cc effettua le curve più rapidamente di una 1000cc. Dobbiamo ancora stabilire qual è il produttore che studia per i suoi pneumatici uno sviluppo che si adatti alle nostre moto, ma al momento ci resta ancora molto lavoro in generale´.

Tags:
MotoGP, 2002

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›