Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Il mondo MotoGP è pronto a tremare per il boato delle 4 tempi

Il mondo MotoGP è pronto a tremare per il boato delle 4 tempi

Il mondo MotoGP è pronto a tremare per il boato delle 4 tempi

Il dibattito sulla scelta di un motore a 4 tempi o di un 2 tempi si è prolungato per tutto l'inverno e alla vigilia dell'inizio del Campionato del Mondo 2002, che avrà luogo a Suzuka il prossimo fine settimana, gli appassionati MotoGP di tutto il mondo si preparano a vivere l'emozione del primo Gran Premio. Valentino Rossi, Campione del Mondo in carica nella categoria 500cc, dopo un inverno pieno di test e di apparizioni in pubblico e dopo aver accettato di cambiare l'adorata Honda NSR500 con la nuova RC211V a 4 tempi spera di poter riconfermare il proprio dominio sulla pista giapponese e si prepara a difendere la propria corona.

L'anno scorso Valentino ha guidato il campionato con undici vittorie e un margine di 106 punti sull'inseguitore più vicino, Max Biaggi. Per questa stagione si spera che la coppia scateni di nuovo in pista la propria agguerrita rivalità. Biaggi guiderà la nuova M1, la scommessa a 4 tempi della Yamaha. In sella ad altre moto a 4 tempi ci saranno Tohru Ukawa (Honda RC211V), Carlos Checa (Yamaha M1), Kenny Roberts con Sete Gibernau (Suzuki GSV-R) e Regis Laconi (Aprilia RS3).

A capeggiare il gruppo delle 2 tempi nei test sono stati Loris Capirossi e Daijiro Katoh. Capirossi, del team West Honda Pons, la scorsa stagione si lasciò scappare il secondo posto per soli nove punti e spera quest'anno di migliorare le proprie prestazioni. Il Campione del Mondo 250cc Katoh debutta nella classe regina sul circuito di casa e spera di continuare a vincere e di migliorare il proprio record in sella alla NSR abbandonata da Rossi. Dopo essere salito sul podio in occasione del suo debutto nel 1996, Katoh ha vinto quattro volte sulla pista di Suzuka, due volte come wildcard.

Tra gli altri piloti in sella a una 2 tempi ci sono la coppia giapponese della Yamaha, Nakano e Abe, che spera di trionfare sul circuito di casa e piloti del calibro di Jacque, McCoy (entrambi con la Yamaha) e Barros (Honda) faranno di tutto per essere i primi a passare davanti alla bandiera a scacchi.

Tags:
MotoGP, 2002, SKYY VODKA Grand Prix of Japan

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›