Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Melandri racconta a motograndprix.com il suo inizio di stagione

Melandri racconta a motograndprix.com il suo inizio di stagione

Melandri racconta a motograndprix.com il suo inizio di stagione

Con l´amaro in bocca, dopo uno spiacevole inizio di stagione a Suzuka, Marco Melandri ha confidato a motograndprix.com le sue impressioni sulla gara e le sua aspettative per la prossima gara, in Sud Africa.

´A Suzuka eravamo preparati per una gara su pista asciutta, ma poi il giorno della gara è piovuto e la pista era molto scivolosa. Nei primi giri ho notato il duro lavoro che il team aveva fatto con la configurazione delle sospensioni e guidare era piacevole, anche se devo riconoscere che non sono mai stato un maestro sul bagnato. Tuttavia questa è stata la prima volta che ho corso sul tracciato giapponese in queste condizioni e sono caduto ancora prima di abituarmi alla pista bagnata.

Già nei giri precedenti la caduta avevo avuto dei problemi con quella curva. È una curva lenta e pericolosa che si affronta in prima o in seconda. Io usavo la prima, ma quando sono caduto, nel corso del settimo giro, è stato perché ho frenato bruscamente e la moto è andata via, prima posteriormente e poi anche la ruota anteriore e non ho potuto fare niente per evitarlo. Certo ero infastidito, dal momento che avevo perso una buona opportunità di segnare qualche punto. Volevo vincere la gara e non è successo, ma per fortuna neanche i miei principali antagonisti hanno fatto un buon risultato. Per lo meno ho imparato una nuova cosa positiva, e cioè che posso correre veramente veloce anche sul bagnato.

Adesso dovrò tenerne conto nella prossima gara in Sud Africa. È una pista divertente, ma può diventare scivolosa. Credo di poter correre bene in quel circuito, …soprattutto se la gara è su pista asciutta!

Tags:
250cc, 2002, Marco Melandri

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›