Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La squadra Red Bull Yamaha appare ottimista riguardo le sue possibilità in Sudafrica

La squadra Red Bull Yamaha appare ottimista riguardo le sue possibilità in Sudafrica

La squadra Red Bull Yamaha appare ottimista riguardo le sue possibilità in Sudafrica

Lo scorso anno, la squadra Red Bull Yamaha è stata forse la più sfortunata del MotoGP e la stagione 2002 è iniziata in modo simile. Garrry McCoy, si è perso gran parte del Campionato 2001 a causa di una frattura allo scafoide, quest´anno si è lesionato la gamba scivolando in un test del precampionato. L´austrialano è finito di nuovo a terra nella prima gara dell´anno, due settimane fa. Tuttavia, il rendimento del debuttante John Hopkins ha rallegrato la squadra convinta che la loro sorte cambierà nel circuito Phakisa Freeway, dove due anni fa fece da scenario alla prima vittoria di McCoy nella classe regina.

´Garry si è ripreso molto da Suzuka´, spiega il direttore della squadra, Peter Clifford. ´Era afflitto da molti dolori in Giappone a causa di una delle viti inserite nella caviglia. Ciò ha avuto ripercussione sia sulla sua capacità di camminare che di guidare la moto. Dopo il GP è volato direttamente in Austria, dove sotto anestesia locale, gli è stata asportata la vite. Da allora sta meglio e appare maggiormente motivato per competere a Welkom: credo, quindi, che qui avremo a che fare con una persona differente´.

Clifford insiste malgrado il deludente inizio della stagione 2002 e l´exploit della 4 Tempi; regna il medesimo spirito nel garage della Red Bull. `Sappiamo che Garry è uno dei nostri piloti più veloci e siamo piuttosto ottimisti in questo momento; vi è un atteggiamento positivo, rafforzato dall´entusiasmo di John (Hopkins) e la sua promessa di fare qualcosa di speciale con i pneumatici Dunlop. John ha mostrato grande determinazione a Suzuka, concludendo la gara e collezionando punti mentre altri hanno preferito ritirarsi. Certamente ciò ha avuto ripercussione sulla squadra e una dimostrazione dello spirito del team lo abbiamo potuto vedere quando tutti i meccanici sono rimasti ad incoraggiare John, in seguito alla caduta di Garry. Le 4 Tempi sono state superbe in Giappone ma sarebbe un errore sotterrare le 2 Tempi per tutta la stagione dopo una gara. Siamo disposti a dar guerra e ad essere presenti in ogni gara.

Tags:
MotoGP, 2002, Africa's Grand Prix

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›