Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Per Sete Gibernau la gara italiana sarà la nº 100

Per Sete Gibernau la gara italiana sarà la nº 100

Per Sete Gibernau la gara italiana sarà la nº 100

Il Gran Premio Cinzano d´Italia che si disputerà domenica al Mugello sarà il numero 100 della carriera sportiva di Sete Gibernau. Il pilota catalano fece il suo esordio nel mondiale quasi 10 anni fa. Fu al Gran Premio di Spagna, disputato a Jerez, nel maggio del 1992. Gibernau prese il via per la gara della 250cc e tagliò in traguardo in 27ª posizione. Dopo alcune prove spagnole a cui venne invitato a partecipare, disputò la sua prima stagione completa nel 1996 nella categoria della 250cc. Quell´anno iniziò il campionato con un´Honda, ma poi salì in sella a una Yamaha del Team Rainey, per sostituire Tetsuya Harada. Rimase nello stesso team per un altro anno, ma passando alla 500cc. Il suo miglior piazzamento fu il sesto posto al Gran Premio d´Australia verso la fine della stagione. Nel 1998 passò ai comandi della Honda bicilindrica della scuderia Repsol e salì per la prima volta sul podio al circuito del Jarama, per il Gran Premio de la Comunidad de Madrid. Continuò a correre per lo stesso team nel 1999, anno in cui ereditò l´Honda a 4 cilindri lasciata vacante da Mick Doohan dopo il grave incidente di Jerez. Dopo un altro anno nel team Repsol Honda, nel 2001 firmò per la scuderia Telefónica Movistar Suzuki e ottenne la prima vittoria al Gran Premio de la Comunitat Valenciana, in una gara disputata in regime di pista bagnata.

Quando domenica prenderà il via dalla griglia di partenza, Gibernau entrerà nell´esclusiva cerchia dei piloti che hanno preso parte a 100 o più gare del mondiale. Tra coloro che disputano il campionato della categoria della MotoGP ci sono altri 11 piloti che hanno già raggiunto questo traguardo. Alex Barros conta 198 gare, quasi il doppio rispetto a Gibernau. Loris Capirossi (174) e Max Biaggi (153) occupano le posizioni successive in questa particolare classifica, nella quale si possono trovare Carlos Checa (124), Norick Abe (112) o il compagno di squadra di Sete, Kenny Roberts (111).

Tags:
MotoGP, 2002, Gran Premio Cinzano d'Italia

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›