Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Hervé Poncharal : ´Non siamo qui solo per fare numero´

Hervé Poncharal : ´Non siamo qui solo per fare numero´

Hervé Poncharal : ´Non siamo qui solo per fare numero´

Il Gran Premio di Francia è stato un appuntamento importante per il nostro team. Oltre a essere l´unico team francese del campionato e ad avere un pilota francese, Olivier Jacque, contavamo con l´appoggio degli sponsor e degli appassionati. Anche se i punti in palio a Le Mans sono sempre gli stessi, è una gara in cui entrano in gioco le emozioni, ma anche la professionalità.

A Le Mans comunque si sono visti i progressi delle Yamaha M1, e ciò ha fatto sì che la prima fila fosse occupata solo da 4 tempi. Il tempo non ci ha favorito in modo particolare e le 4 tempi hanno fatto fruttare la propria superiorità per quanto riguarda la potenza. Dobbiamo riconoscere che hanno un vantaggio su di noi, ma dall´inizio della stagione sono state le nostre Yamaha le più veloci in qualifica tra le 2 tempi. Mi sembra che quest´anno ci sia la sfortuna a remare contro e quando mi hanno detto che Harada cadendo si era portato dietro i nostri due piloti, non ci volevo credere. Ero attonito, e anche deluso, dal momento che Jacque e Nakano erano stati più veloci di Abe, che è arrivato quarto. Se devo essere onesto, pensavo che i nostri piloti potessero arrivare dal quinto all´ottavo posto.

Ovviamente ci dirigeremo al Mugello carichi dell´ottimismo che sempre ci accompagna. Le Yamaha 4-tempi hanno fatto molti test in quella pista e logicamente ci baseremo sulle loro prestazioni. Comunque speriamo di essere più fortunati in futuro. Fino a questo punto solo a Welkom entrambi i nostri piloti cono riusciti a portare a termine una gara. Adesso dobbiamo pensare al futuro. Il presidente della Gauloises, Comolli, sarà presente al circuito del Mugello, e anche uno dei pezzi grossi della Total Fina Elf. Abbiamo in programma anche una riunione con Osumi, manager della Yamaha, sui progetti per la stagione 2003, e anche sull´andamento di questo campionato. Non ci hanno ancora fornito nessuna garanzia che entro la fine dell´anno avremo a disposizione delle 4 tempi. Per la Yamaha non è solo una scelta tecnica, ma anche politica, visto che dipendono da partner commerciali e rappresenta una spesa importante.

Ci piacerebbe avere delle moto che garantiscono risultati migliori, per poter lottare per le prime posizioni. L´anno scorso, Nakano ha guadagnato la prima fila per nove volte, prima di lesionarsi al Gran Premio della Repubblica Ceca. Per quest´anno invece sembriamo abbonati alla seconda fila, ma non siamo qui solo per fare numero, e continueremo a dare il massimo per cambiare la nostra situazione´.

Tags:
MotoGP, 2002

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›