Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Toni Elías si trova sempre meglio con la sua Aprilia

Toni Elías si trova sempre meglio con la sua Aprilia

Toni Elías si trova sempre meglio con la sua Aprilia

Continua il processo di adattamento del pilota spagnolo Toni Elías alla sua Aprilia, e il binomio sembra ingranare, gara dopo gara, dopo un inizio di stagione piuttosto duro. Elías, che arrivava alla quarto di litro nel ruolo di grande rivelazione della 125cc dimostrò la propria inesperienza con alcune cadute durante il precampionato, ma con il passare del tempo, sembra trovarsi sempre meglio in sella alla sua moto.

A Le Mans arrivò sesto, dopo essersi toccato con Aoki nelle fasi iniziali della gara ed aver in seguito rimontato. Curiosamente, anche l´anno scorso fu sul tracciato francese che il giovane pilota spagnolo iniziò a mettersi in evidenza nella 125cc. Toni Elías pensa al futuro con ottimismo dopo la buona prestazione francese: ´Dopo tutto il lavoro che ci ha visti impegnati nel precampionato e all´inizio dell´anno, sembra che stiamo trovando la strada giusta per quanto riguarda la messa a punto del telaio. A Le Mans si sono visti i miglioramenti e in realtà alla fine della gara ero molto contento. Al Mugello non ci saranno cambiamenti importanti nella messa a punto: continueremo a lavorare come abbiamo fatto in Francia, anche se cercheremo di migliorare qualche dettaglio. Adesso mi sento proprio a mio agio con la moto e sono sicuro che le cose andranno meglio´.

Elías è convinto che quella del Mugello sarà una gara dura: ´Quella in Italia sarà una gara difficile perché ci saranno gli italiani a fare di tutto per rimanere davanti. La pista del Mugello è molto rapida e difficile, anche se a me piace molto e di norma faccio buone prestazioni. Inoltre, partiamo con un vantaggio: questo è il circuito che l´Aprilia utilizza per provare. Da questo Gran Premio, se tutto va bene in prova, mi aspetto un piazzamento tra i piloti di testa, come in Francia, e voglio imparare il più possibile´.

Tags:
250cc, 2002, Gran Premio Cinzano d'Italia

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›