Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

´Aspar´commenta il momento di gloria del suo team nella quarto di litro

´Aspar´commenta il momento di gloria del suo team nella quarto di litro

´Aspar´commenta il momento di gloria del suo team nella quarto di litro

Jorge Martínez ´Aspar´ la scorsa stagione passò alla 250 come proprietario di un team e quest´anno può già contare con delle Aprilia ufficiali e, per ora, con il pilota che sembra essere il più in forma e che viene considerato da molti il candidato numero uno al titolo. L´ex campione del mondo nelle cilindrate 80 e 125cc non vuole mostrarsi troppo ottimista, ma non nasconde la propria soddisfazione: ´Siamo ancora all´inizio della stagione ed è presto per fare delle valutazioni, ma le cose non potrebbero andare meglio. Quello che sta facendo Fonsi è estremamente importante, ma sono contento anche di Elías e sono convinto che, in circuiti come quello del Mugello, di Catalunya e di Assen Toni andrà meglio e che si vedrà nei risultati. In Francia ha già fatto un cambiamento importante, sia in prova che nella gara ´.

Fonsi Nieto è stato protagonista di un inizio di stagione invidiabile, passando da pilota veloce a vincitore. ´Aspar´ spiega le cause dell´evoluzione del suo pupillo: ´Credo che la chiave del cambiamento sia, da un lato, l´aver visto come un team con una moto vincente sia completamente dedicato a lui e, dall´altro, la sua fiducia nelle sue possibilità e la sicurezza di poter vincere chiunque. Credo che lo ha capito e che è per questo che ha fatto una grande evoluzione. Lo vedo molto sicuro di sé e credo che sia uno dei suoi segreti ´.

L´antagonista diretto di Fonsi è Marco Melandri, anche lui su una Aprilia ufficiale nel team ufficiale. Non sembra che la situazione preoccupi ´Aspar´: ´Qualcuno può pensare che siccome il rivale è italiano e la marca pure, possono esserci dei dubbi, ma io credo nell´Aprilia. Sono sette anni che lavoriamo insieme e il rapporto con loro è stato eccellente. Mi hanno sempre dato dei buoni materiali e non posso lamentarmi di come si sono comportati. È ovvio che, dopo la quinta o la sesta gara, si potenzia il pilota che occupa il posto migliore nella classifica. Per ora è Il nostro pilota e spero che, a partire dalla gara di Barcellona, le cose vadano addirittura meglio´.

Tags:
250cc, 2002, Gran Premio Cinzano d'Italia

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›