Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Jamie Dobb spiega la sua decisione di prendere parte alla 125 e alla 250cc del Gran Premio d´Austria

Jamie Dobb spiega la sua decisione di prendere parte alla 125 e alla 250cc del Gran Premio d´Austria

Jamie Dobb spiega la sua decisione di prendere parte alla 125 e alla 250cc del Gran Premio d´Austria

Questo fine settimana, in occasione del Gran Premio d´Austria, Jamie Dobb fa ritorno alla serie nella quale nel 2001 vinse sette gare e diventa così il quarto pilota a gareggiare in due diverse cilindrate, in base a quanto consentono le modifiche del regolamento sportivo apportate nel 2002.

Dobb attualmente partecipa alla 250, ma, per Karntenring intende affiancare alla sua solita quarto di litro una KTM 125 ufficiale. ´Vincere il titolo mondiale è un sogno che si è avverato e anche se quest´anno non partecipo al Campionato, è ancora bello scendere in pista e sfoggiare il numero uno. È da molto che desidero correre una gara della 125 prima della fine dell´anno,´ ha confidato il pilota. ´Per la KTM correre in Austria significa correre in casa e anche se non ho mai corso in quella pista, non sembra malvagia.´

Dobb intende occupare il posto lasciato vacante nella struttura con cui la KTM prende parte al Campionato, e si affianca a Steve Ramon, che nel 2001 si batteva con lui per il titolo. ´La moto è quella di Erik Eggens, quasi la stessa che utilizzavo l´anno scorso, adattata secondo il suo gusto, ma con un paio di modifiche la posso tranquillamente usare. La prossima settimana salirò di nuovo in sella a una 125. $$$La moto non ha quasi bisogno di modifiche, è fantastica, avevamo già effettuato i test la scorsa stagione e conosciamo già qual è la configurazione da usare, è solo questione di mettercisi. La moto 250 invece è nuovissima e dovremo lavorare ancora molto. Erik è stato veramente sfortunato, ma adesso io ho l´opportunità di dare il massimo´.

Dobb era già campione quando dovevano ancora essere disputate tre gare del calendario 2001 e non prese parte al Gran Premio d´Austria a causa di una lesione al collo. Indipendentemente risultati della scorsa stagione nella 125, il pilota crede che non sarà facile per lui a Karntenring. ´Non si può affermare che una stagione è più difficile di un´altra. Ci saranno sempre nuovi piloti in forma e in grado di essere veloci, basta guardare i risultati di Dupasquier. Chi l´avrebbe detto, viste le prestazioni del 2001, che quest´anno sarebbe salito sul podio per 2 volte su quattro gare disputate? Una nuova stagione comporta nuovi contendenti e sicuramente se Caps e Maschio non fanno errori non sarà facile per me´.

Dobb ha seguito l´esempio di Mickael Pichon, Mark De Reuver e Johnny Aubert e sarà uno dei piloti che per uno stesso Gran Premio si è iscritto a due categorie. Aubert è l´unico tra questi piloti che è fino ad ora riuscito a raccogliere punti in entrambe le gare. $$$Con Eggens lontano dalle piste per la maggior parte della stagione, Dobb non esclude la possibilità di ripetere questa doppia partecipazione ´Ovviamente, se va tutto bene, mi piacerebbe ripetere questa esperienza, sempre che ce ne sia l´opportunità, ma non sono i risultati che mi interessano. Se andassi in Austria e vincessi con un distacco di 10 secondi, ma lo trovassi faticoso e non fossi poi in forma perfetta per disputare la 250, non parteciperei più alla classe della 125,´ ha sottolineato. ´Se fossi venuto a sapere un po´ prima delle novità che il regolamento precede per i ´primi dieci´ per qualificarsi nella 125, forse avrei pensato seriamente a prendere parte a entrambi i campionati. Si può uscire per la 125 e fare un paio di giri solo per far registrare il tempo prima di partecipare alla sessione 250. Penso che sia una cosa che si può fare, anche se è già molto difficile concentrarsi su una sola classe´.

Tags:
MotoGP, 2002

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›