Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Erv Kanemoto commenta un difficile ritorno alle grandi manovre

Erv Kanemoto commenta un difficile ritorno alle grandi manovre

Erv Kanemoto commenta un difficile ritorno alle grandi manovre

La stagione che rappresentava il ritorno di Erv Kanemoto alla classe regina del Campionato del Mondo non sta andando nel migliore dei modi. Il leggendario collaudatore americano non si era fatto illusioni riguardo la partecipazione della struttura Kanemoto Racing nel campionato d´esordio della nuova classe MotoGP, ma il 2002 non ha portato altro che sfortuna al team, che ha dovuto affrontare un problema dopo l´altro in un inizio di stagione francamente deludente.

Dopo le prime sei prove, il Kanemoto Racing guarda la classifica del campionato dal basso verso l´alto, avendo totalizzato solamente dodici punti. Il miglior piazzamento di Jurgen vd Goorbergh fino ad oggi è stato l´undicesimo posto a Welkom, ma si è trattato nella maggior parte dei casi di prestazioni sfortunate da parte dell´olandese, come il ritiro al primo giro in Catalunya, dopo essere stato coinvolto in una caduta multipla. Kanemoto non perde la sua visione filosofica; ´Quello (ciò che è successo in Catalunya) è solo una parte della competizione. Si è trattato di un errore di una persona, forse presa da troppo entusiasmo, mentre è indispensabile non farsi coinvolgere troppo. Ma questo può succedere in una gara sfortunata, è già successo e succederà ancora nello sport´.

L´americano riconosce che quest´anno per il suo team sarà soprattutto dedicato all´evoluzione della moto, mentre continua la collaborazione con i pneumatici Bridgestone. ´Quest´anno dobbiamo lavorare al progetto Bridgestone. Fondamentalmente dobbiamo costruire una banca di dati, e una volta completa potremo pensare a fare qualcosa. È un progetto che richiede tempo, sia per quanto riguarda le gomme, che per il motore, che per qualsiasi altra parte, visto che stiamo parlando dei massimi livelli della competizione, con standard molto alti´.

Kanemoto sa che, anche se accumulare esperienza è l´obiettivo principale di questa stagione, ci saranno molti che continueranno a guardare i risultati. ´Ovviamente speriamo che i risultati migliorino col passare del tempo, lo devono fare. Per adesso il campionato per noi è una delusione, ma molto è dovuto al fatto che non conosciamo le piste in modo sufficiente. I risultati non saranno sempre all´altezza delle aspettative, ma trovare il giusto set-up non è facile, quando tutte le modifiche vengono apportate secondo la prospettiva dello sviluppo´.

Tags:
MotoGP, 2002

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›