Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Dani Pedrosa rafforza la propria carriera sportiva con la vittoria di Assen

Dani Pedrosa rafforza la propria carriera sportiva con la vittoria di Assen

Dani Pedrosa rafforza la propria carriera sportiva con la vittoria di Assen

Ce l´aveva quasi fatta 15 giorni fa, al Circuit de Catalunya, ma invece è stata la pista di Assen che ha visto il giovanissimo Dani Pedrosa `laurearsi´ con la prima vittoria della sua carriera sportiva. Dani ha 16 anni e questa per lui è la seconda stagione nel mondiale e il suo trionfo nel circuito olandese è un´altra dimostrazione della precocità con cui questo spagnolo si è rivelato al mondo sportivo.

Chiamato da Alberto Puig, che lo aveva visto in azione nella Movistar Activa Cup, a cui prese parte quando aveva solamente tredici anni, il pilota catalano si era già fatto notare nel suo primo anno del Campionato del Mondo 125cc. La coppia Pedrosa - Elías, un´altra rivelazione del 2001, emerse nella cilindrata minore, sempre scatenata: Elías esplose nella seconda parte della stagione, mentre Pedrosa fece parlare di sé e dei suoi risultati. Conquistò i primi punti nella seconda prova dell´anno, in Sud Africa, quando aveva 15 anni e 205 giorni e diventò il 4º pilota più giovane a riuscirci e in dirittura finale salì per la prima volta sul podio, in due occasioni, con il terzo posto di Valenzia e di Motegi.$$$ Adesso che Elías è passato alla 250cc, le responsabilità di Pedrosa sono aumentate quest´anno, dal momento che è la figura principale del team e il pilota lo ha accettato con modestia e determinazione. La sua presenza sul podio in tre gare su sei ha preceduto il trionfo nella `Cattedrale´, un risultato che sembrava sicuro, ma che non si sapeva quando sarebbe arrivato.

Il giovane pilota spiegava così le sensazioni del suo weekend da non dimenticare: `Voglio dedicare questa vittoria alla mia famiglia, al team e soprattutto a Alberto Puig che ha creduto nelle mie possibilità e che mi ha insegnato tanto. Fin dal mio arrivo ad Assen mi sono sentito a mio agio, la moto andava perfettamente e sono riuscito a dare il massimo. Sono partito in testa e ho cominciato a spingere, cercando di guadagnare un vantaggio sui miei inseguitori perché non si ripetesse la scena già vista in Catalunya. Per mantenere la concentrazione ho fatto finta che la gara fosse una sessione di prove e ho cercato di migliorare sempre il mio tempo, e in questo modo la gara mi è sembrata addirittura breve´.

Tags:
125cc, 2002, Gauloises Dutch TT, Dani Pedrosa

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›