Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Sylvain Guintoli :´È nella categoria della MotoGP dove succedono le cose´

Sylvain Guintoli :´È nella categoria della MotoGP dove succedono le cose´

Sylvain Guintoli :´È nella categoria della MotoGP dove succedono le cose´

Per ora è andato tutto bene, continuo il periodo di apprendimento, come era stato previsto. Ho avuto l´opportunità di correre in un buon numero di circuiti, di prendere parte ai test IRTA, e, dall´inizio dell´anno, ho percorso più di 4.000km con il team di allenamento.

Sono riuscito ad adattarmi alla moto e ho trovato il giusto ritmo. Mentre guido con la YZR500 mi diverto e la prossima fase sarà disputare una gara e poter dimostrare il mio potenziale. Mi piace molto l´idea di correre nel Campionato del Mondo e di fare parte del gruppo dei piloti MotoGP. Credo che potrebbe succedere, visto che molti piloti hanno la mia stessa moto, la Yamaha 2 Tempi. In questi ultimi mesi ho passato molto tempo in sella alla moto, ho provato gomme e parti diverse e le ho regolate fino a trovare i settaggi che si adattano meglio a me.

Spero quindi di avere l´opportunità di disputare almeno una gara quest´anno; è ancora un po´ prematuro parlarne, ma credo che potrebbe presentarsi l´occasione. Non voglio certo che Olivier (Jacque) o Shinya (Nakano) si lesionino. Il mio ruolo, come terzo pilota del Tech 3 anche quello di essere pronto a sostituire uno dei due piloti titolari, nel caso in cui si rendesse necessario, ma esistono anche altri modi per poter correre una gara. Per me, già il fatto di essere presente a tutte le gare è molto importante, dal momento che è sempre una maniera di accumulare esperienza.

Anche se sento nostalgia per quando correvo, credo dia aver fatto la scelta giusta. Io e Randy (de Puniet), il mio ex compagno di squadra, abbiamo fatto scelte completamente opposte: lui continua nella 250 e sono contento di vedere che le cose stanno andando bene per lui. Io però credo che sia la categoria della MotoGP quella in cui succedono le cose. Sicuramente avrei potuto fare dei risultati nella 250, ma ho perso interesse per la cilindrata non appena sono salito in sella a una 500.Quindi preferisco `sacrificare´ una stagione per prepararmi ed essere pronto per correre nella classe regina.

Dopo tutto, ho solamente vent´anni, è una carta che va giocata, c´è ancora molto tempo per imparare e diventare uno di quei piloti che alla fine della gara hanno sempre qualche punto in tasca.

Tags:
MotoGP, 2002, Sylvain Guintoli

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›