Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Alberto Puig commenta il trionfo di Assen e le aspettative per Donington Park

Alberto Puig commenta il trionfo di Assen e le aspettative per Donington Park

Alberto Puig commenta il trionfo di Assen e le aspettative per Donington Park

Poco prima che partisse per l´Inghilterra, motograndprix.com ha parlato con Alberto Puig, responsabile del team Telefónica Movistar Junior, in merito alla prestazione di Dani Pedrosa e Joan Olivé ad Assen, circuito nel quale i due piloti occuparono il primo e il terzo gradino del podio. Puig ha inoltre confessato quali sono le proprie aspettative per le prossime gare, in particolare quella che si disputa questo fine settimana a Donington Park. Queste sono alcune delle sue riflessioni.

`È stata una vittoria speciale´, spiega Puig. `Voglio dire..., avevamo già contemplato la possibilità, ma non è una cosa che si possa pianificare. È molto difficile vincere in questo modo ad Assen. Bisogna riuscire a rimanere concentrati durante tutta la gara, senza perdere il ritmo. Dani ce l´ha fatta, e senza neanche un errore. Voleva provarci e c´è riuscito. Il ritmo che ha mantenuto nel corso dei primi giri è stato decisivo ai fini della vittoria, perché gli altri non sono risusciti a seguirlo e sono rimasti distaccati. Ê un risultato molto buono per il team, per i meccanici e per tutto il personale. Se lo meritano, perché tutto il margine che le nostre moto possono avere in più lo dobbiamo a loro, alla loro costanza e al loro impegno, nella ricerca continua di nuove soluzioni´. $$$Domenica è stata anche la giornata di Olivé, e il direttore del team spiega in questo modo la prestazione del giovane pilota spagnolo: `Joan è stato un po´ sfortunato all´inizio della stagione. Ad Assen è riuscito ad emergere e finalmente ha lottato per le posizioni di testa. Lo avrebbe potuto fare anche prima, se non ci si fossero messe delle circostanze esterne, che non dipendono da lui, a rovinare tutti´. `Forse adesso l´attenzione di tutti sarà rivolta verso i miei due piloti, ma non credo che sia una cosa che li preoccupi più di tanto. È importante cercare di rimanere tranquilli il più possibile, la filosofia del team rimane quella secondo la quale non bisogna innervosirsi. È una lezione che abbiamo imparato l´anno scorso: bisogna mantenere la tranquillità e poi vedere cosa succede, gara dopo gara´, aggiunge Puig.

Per Puig, una gara in solitario come quella in Olanda non è neanche ipotizzabile sulla pista inglese: `La gara en di va sarà ben diversa. È un tracciato nel quale bisogna sfoderare molta accelerazione e non credo che si riproducano le circostanze di Assen, e che qualche pilota riesca a fuggire al comando. Siamo ben consapevoli dei limiti delle nostre moto. La Derbi potrebbe avere un certo vantaggio come moto. Poggiali è un gran pilota, è il Campione del Mondo, ma ha anche una grande moto a a disposizione. Sappiamo che i nostri piloti possono essere veloci come qualsiasi altro militante della categoria´.

Tags:
125cc, 2002, Cinzano British Grand Prix

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›