Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Laconi aspetta tempi migliori

Laconi aspetta tempi migliori

Laconi aspetta tempi migliori

Dopo un buon inizio di stagione, nel quale per sei volte ha concluso la gara in zona punti, la sua nuova Aprilia RS3 ha improvvisamente ´rallentato´ fin dal Gran Premio Marlboro di Catalunya. Nanche un punto in quattro gare. Nonostante i numerosi tentativi, il bottino estivo di questo pilota franco-italiano è veramente molto magro. L´azienda di Noale quest´anno partecipa al campionato con una nuova moto, con un sofisticato motore – un 990cc con distribuzione pneumatica - e il ritorno di Laconi sullo scenario mondiale non è stato esente di difficoltà e imprevisti.

A Brno, Laconi arrivò 16º con la sua 4 Tempi, dopo aver cercato di governare una moto francamente problematica. ´Già da alcune gare abbiamo dei problemi´, riconosce Laconi.
´Prima della pausa estiva già mi mancava aderenza e, a Brno, abbiamo avuto dei gravi problemi alla gomma anteriore. Sia quando è inclinata che quando è in fase di accelerazione o frenata, la moto perde stabilità e guidare diventa un incubo´.

Nonostante questi problemi, Laconi sottolinea i progressi fatti sotto alcuni punti di vista:
´Abbiamo poco a poco migliorato la moto. A Brno, avevo una nuova frizione a disposizione, che mi permette di partire meglio, ma soprattutto, di un nuovo sistema de gestione del freno motore, molto efficace, che si è rivelato un aiuto prezioso in frenata. C´è ancora molta strada da fare, e l´Aprilia sta lavorando per sviluppare ulteriormente la moto´.

Lo sviluppo di una nuova moto è spesso un procedimento lento e faticoso, e la prolungata gestazione della RS3 non ha aiutato il francese: ´Ovviamente, è sempre meglio essere davanti fin da subito, ma sapevamo cosa ci aspettava, perché la moto non era pronta prima della fine di gennaio. Non sempre poi ci si muove nella giusta direzione. La moto è ancora relativamente giovane e io sono l´unico pilota che ne segue l´evoluzione, e che fa chilometri su chilometri. Bisogna aspettare il momento giusto e raccoglieremo i frutti del nostro impegno´.

´Continuiamo a preparare le ultime gare della stagione, ma stiamo già pensando al 2003. Dobbiamo ancora decidere cosa fare la prossima stagione´, conclude il pilota, prima di partire alla volta del circuito dell´Estoril, dove avrà luogo la terza edizione del Gran Premio Marlboro del Portogallo, prova nella quale, nel 1999, arrivò 5º.

Tags:
MotoGP, 2002

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›