Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Continuano le innovazioni nella MotoGP

Continuano le innovazioni nella MotoGP

Continuano le innovazioni nella MotoGP

L´irruzione delle 4T nel Campionato del Mondo della MotoGP, oltre che rendere più interessanti le gare, comporta un notevole passo avanti nella tecnologia della competizione motociclistica ai massimi livelli. A Motegi in pista c´erano undici moto a 4 tempi, e le novità principali erano rappresentate dalla Kawasaki di Yanagawa e dall´Honda RC211V guidata da Barros, che riuscì ad aggiudicarsi la vittoria nella sua prima partecipazione a una gara del mondiale con questa moto.

Le 4T sono senza dubbio una sfida tecnologica per qualsiasi formazione e il team Proton KR, che il prossimo anno schiererà moto con queste specifiche, per la gara di Motegi ha scelto di utilizzare una soluzione per evitare possibili problemi di consumo. Le caratteristiche del tracciato giapponese obbligano le moto ad accelerare in modo costante, veloce e con marce molto basse. Questo fa sì che aumenti considerevolmente il consumo e, allo scopo di evitare problemi in gara, i tecnici del team di proprietà di Kenny Roberts scelsero di applicare una soluzione già in uso nella Formula 1, che consiste nel congelare il carburante prima di riempire il serbatoio, per fare in modo che occupi meno spazio.

Con questo sistema, sono riusciti ad introdurre un litro e mezzo di carburante in più, che ha permesso loro di affrontare la gara con una maggiore tranquillità, sicuri del fatto che le moto di McWilliams e di Aoki non avrebbero avuto quei problemi di consumo di carburante che altri piloti avevano sperimentato nelle passate stagioni.

Nobuatsu Aoki è arrivato nono e il suo compagno di squadra decimo ed entrambi, al loro rientro al box, avevano ancora una piccola quantità di carburante nel serbatoio.

Tags:
MotoGP, 2002

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›