Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

John Hopkins rivela le sue prime impresioni sulla Suzuki GSV-R

John Hopkins rivela le sue prime impresioni sulla Suzuki GSV-R

John Hopkins rivela le sue prime impresioni sulla Suzuki GSV-R

John Hopkins ha guidato per prima volta la Suzuki GSV-R qualche giorno fa nel corso di alcuni test organizzati dal team sul circuito di Sepang. Questo statunitense, che ha 19 anni, ha appena completato la sua prima stagione nella MotoGP con la Yamaha YZR500 e guiderà la versione evoluta della Suzuki V4 e si è rivelato molto contento di avere l´opportunità di guidare il prototipo di evoluzione del 2002 con in quale Kenny Roberts e Sete Gibernau hanno alvorato quest´anno.

Hopkins valuta in questi termini la sua prima esperienza ai comandi della Suzuki: ´La mia prima presa di contatto fu veramente buona. Sono uscito in pista per girare e divertirmi. La moto ha risposto come mi aspettavo e mi è piaciuto molto usare di nuovo i pneumatici Michelin. Mi sono sentito molto sicuro e ne sono contento. Per quanto riguarda la guida e il comportamento della moto, devo dire che è piccola come 500, ma in un certo senso mi ricorda la mia vecchia vieja Suzuk. Si guida come una moto da Gran Premio, ma sembra più facile di una 500. Sprigiona la potenza come una moto da Formula Xtreme e ha veramente tanti cavalli´.

´Hopper´ ha completato una promettente prima stagione nel Mondiale ed è stato battuto per il titolo di Rookie of the Year dal Campione el Mondo della 250cc, e pilota ufficiale HRC Daijiro Kato. Il primo passo di questa nuova sfida è avvennuto poco dopo l´ultima prova che ha corso con una due tempi, e Hopkins adesso spera di poter riposare un po´ con la sua famiglia: ´Adesso mi sto rilassando un po´ in casa, dopo questa prima stagione, e tutti i viaggi che ho dovuto fare. Ho passato il maggior tempo possibile guidando la moto da cross e tra poco ci trasferiremo in una casa che abbiamo comprato quando la stagione era in pieno svolgimento´.

Tags:
MotoGP, 2002, John Hopkins

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›