Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Nakano commenta il primo contatto con il Team d´Antín

Nakano commenta il primo contatto con il Team d´Antín

Nakano commenta il primo contatto con il Team d´Antín

Le prove effettuate dai piloti Yamaha nei tre giorni di test presso il circuito di Jerez sono servite come prima fase della nuova epoca nella carriera di Shinya Nakano nel Campionato del Mondo MotoGP. Il pilota giapponese ha girato di nuovo con la Yamaha M1 4T, ma già inserito nella nuova scuderia, il Team Yamaha d´Antín.

Con la squadra spagnola disputerà la sua quinta stagione nel mondiale, e il pilota è ottimista, ma anche nervoso per la nuova sfida: `È normale non sentirsi del tutto tranquilli quando si entra a far parte di un nuovo team, anche si in realtà sono sensazioni che scompaiono non appena si monta in sella. Si tratta di una squadra da competizione e bisogna imparare ad adattarsi´. Shinya è soddisfatto del primo contatto con il personale della nuova struttura: `Sinceramente, ho l´¡impressione di trovarmi in un team veramente forte. Nella mia vecchia scuderia erano tutti francesi, qui ci sono spagnoli, giapponesi, italiani e brasiliani… ma c´è una buona comunicazione, e le mie prime sensazioni dopo queste sessioni di test sono molto positive´.

Nakano, che per le ultime quattro stagioni è rimasto con il team francese Tech3, (due stagioni nella 250 e le due ultime nella classe regina), ha raccontato di aver passato un periodo difficile dopo l´ultima gara del 2002, dal momento che non ebbe le idee chiare sul proprio futuro fino al contratto con la struttura diretta da Luís d´Antín, nella quale prende il posto di Norick Abe: `In alcuni momenti mi sono sentito più morto che vivo e, quando arrivò la conferma che avrei disputato anche la prossima stagione nel Campionato del Mondo ero felicissimo. In realtà furono più sensazioni contraddittorie, perché questo team è cresciuto attorno a Norick´. Nakano confessa che si sentì più motivato quando parlò con d´Antín: `Mi disse che il contratto non mi vincolava a nessuno, che era solo un riconoscimento del mio valore´.

Riguardo al test di questa settimana sul tracciato andaluso, Nakano spiega che: `La pioggia non ci ha permesso di portare avanti il programma di prove che avevamo previsto. Sono però contento perché per prima volta ho guidato con tranquillità, da quando uso la M1 e credo che ci stiamo muovendo nella direzione giusta. Il mio obiettivo è quello di continuare a perfezionare la moto´. Il pilota giapponese adesso rientrerà in Giappone, dove si riposerà fino alla fine dell´anno. Poi tornerà in Spagna per continuare i test di precampionato.

Tags:
MotoGP, 2002, Shinya Nakano

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›