Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Stefano Bianco confida le sue impressioni e le sue aspettative dopo la firma del contratto con la Gilera

Stefano Bianco confida le sue impressioni e le sue aspettative dopo la firma del contratto con la Gilera

Stefano Bianco confida le sue impressioni e le sue aspettative dopo la firma del contratto con la Gilera

Qualche giorno fa, la Gilera ha reso noto che Stefano Bianco è il nuovo pilota della marca, incaricato di prendere il posto di Manuel Poggiali ai comandi della moto con la quale il sammarinese vinse il titolo della cilindrata minore nel 2001, arrivando secondo quest´anno. Si tratta di una sfida che questo adolescente piemontese ha accettato, sicuro di sé e contento per la nuova aventura che sta per intraprendere. Famoso per aver esordito precocemente nel Campionato del Mondo (compì 15 anni, l´età minima per competere, in occasione della prima giornata di prove del Gran Premio di Australia 2000), Bianco adesso spera di fare progressi nells struttura diretta da Giampiero Sacchi.

motograndprix.com: Cosa pensi di questo nuovo ingaggio nella struttura del team Gilera?
Stefano Bianco: Il 2002 è stato un anno bello, non tanto per il risultato finale, ma in termini di esperienza. Ho imparato tante cose e sono maturato. E alla fine, è arrivata la proposta per guidare la Gilera. È stata una sorpresa e, a dire la verità, sono molto contento. $$$Vorrei ringraziare tutti coloro che lo hanno reso possibile, dal mio manager a Giampero Sacchi, che ha scelto di credere in me e di affidarmi la moto ufficiale della Gilera.

mgp.com: Una moto e una marca con la quale Manuel Poggiali negli ultimi due anni ha conquistato il titolo ed è stato vice-campione. È un fatto che ti crea dubbi, paure o pressioni?
S.B: No, no, assolutamente. Al contrario, mi dà la garanzia che guiderò una buona moto, molto competitiva, e so che alle mie spalle c´è uno staff di prim´ordine pronto ad aiutarmi. Questo mi dà solamente più sicurezza per realizzare i miei obiettivi.

mgp.com: Quali sono gli obiettivi che ti sei prefissato per il 2003?
S.B: Correre bene e non defraudare quelli che mi hanno dato quest´ooportunità. Non ho ancora avuto occasione di parlare con i resposabili del team e di definire degli obiettivi concreti, ma ripeto che intendo dare il massimo, e fare il miglior risultato possibile. Adattarsi a una moto e conocerla nei dettagli sono operazioni che richiedono un po´ di tempo.

mgp.com: Come ti definisci come pilota?
S.B: Non saprei, non conosco ancora la risposta!. Sono una persona con molte determinazione e con molte volontà di imparare e migliorare.

mgp.com: Dicono che sei anche molto veloce …e che cadi molto spesso.
S.B: Si, me l´hanno detto. È vero che sono veloce. Per quanto rigurda le cadute invece…credo che dipendano da molti fattori, alla mie inesperienza e in alcuni casi anche a degli errori nella messa a punto. La cosa importante però è mettere a fruto tutte le esperienze e credo di avere imparato molto anche dalle mie cadute.

Bianco in questi giorni si gode un po´ di vacanza con la sua famiglia a Leinì, vicino a Torino. Sta riposando, ma senza interrompere la preparazione física (in palestra e con la bicicletta), ma fino a gennaio non avrà occasione di montare in sella alla sua nuova moto.

Tags:
125cc, 2002, Stefano Bianco

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›