Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Riassunto del Campionato del Mondo MotoGP 2002

Riassunto del Campionato del Mondo MotoGP 2002

Riassunto del Campionato del Mondo MotoGP 2002

Il 2002 ha rappresentato l´inizio di una nuova epoca nel Campionato del Mondo MotoGP, con l´introduzione, per la prima volta, delle 990cc quattro tempi. Si preannunciava una stagione dedicata ad adattarsi a questi cambiamenti, ma una cosa era sicura: il duello per il titolo tra l´Honda e la Yamaha, che schieravano rispettivamente la RC211V e la M1. Dopo un inverno dedicato ai test, con ritmi serrati, Valentino Rossi e Max Biaggi scesero in pista per went into battle on behalf of the Japanese factories.

Rossi era molto sicuro di sé, nel 2001 aveva vinto il titolo e, anche se all´inizio titubava all´abbandonare la NSR500, entrò presto in sintonia con la RCV e la prima gara, a Suzuka, non fu una sorpresa quando conquistò la vittoria nonostante le condizioni atmosferiche proibitive. L´Honda sprigionò il suo potenziale sulla pista di Welkom, in occasione della seconda prova, e Rossi venne battuto dal proprio compagno di squadra Tohru Ukawa dopo aver commesso un errore all´ultimo giro, ma in seguito non ne fece più e conquistò la vittoria di sette gare consecutive, che gli diedero un vantaggio di 96 punti al comando della classifica. $$$ Max Biaggi e la sua Yamaha rimasero indietro, ma fecero grandi progressi nella prima parte della stagione. A Brno, in occasione della decima prova del calendario, Rossi venne frenato da dei problemi ai pneumatici, mentre era secondo alle spalle di Biaggi. Per il pilota di Tavullia svanì il sogno di mettere a segno otto vittorie consecutive e Biaggi si aggiudicò la vittoria davanti a Kato e a Ukawa, la prima del 2002 per il romano, che otteneva un risultato importantissimo per la M1.

Una serie di gare su pista bagnata non diedero la possibilità a Biaggi di continuare a fare buone prestazioni, anche se non mancò lo spettacolo e Rossi vinse la gara a Estoril e quella a Rio, grazie alla pressione che la sua Honda, in agguato, su Sete Gibernau e Carlos Checa. La vittoria in Brasile fu sufficiente a garantirgli il titolo, il secondo conquistato consecutivamente, e il quarto della sua carriera.$$$ Le ultime quattro gara diedero agli altri piloti l´opportunità di farsi notare per avere un futuro garantito nel Campionato del Mondo, e moltri team schierarono solo alla fine il loro prototipo di una quattro tempi. Il brasiliano Alex Barros è stato il pilota che è riuscito a mettere maggiormente a frutto il suo nuovo bolide, aggiudicandosi la vittoria della prima gara che disputava con la quattro tempi, a Motegi, e concedendo il bis nell´ultima gara, a Valencia, dopo che Biaggi era salito sul gradino più alto del podio di Sepanf, e dopo un´altra grande gara di Rossi a Phillip Island.

Tags:
MotoGP, 2002

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›