Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Alex Barros ha fiducia nel potenziale della M1

Alex Barros ha fiducia nel potenziale della M1

Alex Barros ha fiducia nel potenziale della M1

Alex Barros questa settimana sta proseguendo il suo intenso programma di test con la squadra ufficiale Yamaha a Jerez. Il brasiliano, che ha firmato per il Gauloises Tech 3 team, ha impressionato alla guida della M1 ed è convinto di poter continuare al medesimo livello in cui ha chiuso la stagione 2002, il suo miglior periodo in una carriera che lo ha visto guidare per quattro diverse case, Cagiva, Honda e Suzuki ed ora, naturalmente, Yamaha.

Barros fa parte del ristretto numero di piloti che ha guidato due differenti motoGP a quattro tempi ufficiali ed è convinto che la M1 possa essere al livello della Honda RC211V. ´So per certo che la moto ha un grande potenziale di sviluppo e che può essere molto competitiva,´ dice. ´Non posso ancora giudicare bene come sia il suo livello rispetto alla Honda perché prima devo fare molti più chilometri, ma sembra che la vecchia teoria secondo cui la Yamaha abbia un telaio migliore e la Honda un motore più potente, sia vera. Siamo in una fase di definizione delle parti e dei set up di base e poi saremo in grado di metterla a punto al meglio.´

L´ex pilota del team Honda Pons è anche molto contento della sua nuova squadra, guidata da Herve Poncharal, e afferma di lavorare benissimo con loro nonostante la barriera linguistica. ´Ci stiamo ancora adattando l'uno agli altri ma ci intendiamo sempre meglio. Abbiamo cominciato a conoscersi negli ultimi test dell'anno scorso ed ora ci capiamo perfettamente. Ero abituato ad un certo tipo di lavoro e questa squadra e la casa hanno un sistema diverso ma le cose sono cambiate da entrambe le parti e ci troviamo bene´.

Il secondo giorno di prove Yamaha a Jerez è stato disturbato dalla pioggia che, caduta copiosa durante la notte, ha lasciato la pista umida per tutto il giorno, nonostante verso le quattordici sia uscito il sole. Solo Olivier Jacque è sceso in pista nel pomeriggio ma è caduto e si infortunato alla mano dopo appena quattro giri, convincendo gli altri piloti e meccanici a restare all'asciutto nei box per il resto del giorno.

Tags:
MotoGP, 2003, Alex Barros

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›