Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

McCoy a riposo nel secondo giorno di test della Kawasaki

McCoy a riposo nel secondo giorno di test della Kawasaki

McCoy a riposo nel secondo giorno di test della Kawasaki

Dopo la brutta caduta dalla sua Fuchs Kawasaki Ninja ZX-RR nel corso del primo giorno di test a Phillip Island, l´australiano Garry McCoy si è preso un giorno per recuperare dalle abrasioni e da un leggero trauma cranico. Anche se non si sentiva a posto abbastanza per guidare, McCoy si è comunque fatto vedere in pista nel pomeriggio seguendo la preparazione della sua moto nei box del team Kawasaki dove era arrivato un nuovo telaio finalmente sdoganato a Melbourne.

`Per un trauma cranico normalmente sono necessari un paio di giorni di riposo ed una settimana senza fare alcuna attività sportiva, questo è il motivo per il quale ho preferito non girare oggi,´ha spiegato McCoy. `Mi sento un po´ meglio, ma ovviamente non sono al cento per cento, e dopo aver trascorso il pomeriggio nel paddock, me ne ritornerò in albergo. Spero di fare un´altra bella dormita, stanotte, e vedremo come mi sentirò domani. Se non mi sentirò troppo male ho intenzione di guidare per qualche giro per riprendere nuovamente confidenza con la moto. Le prossime prove ci saranno fra un mese e preferirei, nel frattempo, pensare ad altre cose, piuttosto che a questa caduta.

Il compagno di squadra, Andrew Pitt ed i collaudatori Akira Yanagawa, mentre McCoy si riposava, hanno approfittato di una bella giornata, con un vento moderato e tutti e tre hanno ulteriormente migliorato i rispettivi tempi sul giro. `Abbiamo effettuato nuovamente molte prove di gomme, ma il camion della Dunlop sembrava sempre pieno! ´ha detto Hoffmann, che ha completato 81 giri e realizzato un miglior tempo di 1:35.22. `Ci sono un mucchio di dettagli che abbiamo trovato qui e lì, e stiamo facendo stabilmente dei progressi. Io sono felice per essere riuscito a migliorare il mio tempo un´altra volta. Ora mi manca solamente un secondo e mezzo dai miei compagni, il che non è male tenendo conto che ho sempre usato la precedente versione della moto. Mi sento a mio agio, su questa pista, ed il mio unico problema è stato che ogni volta che uscivo dovevo adattarmi alle nuove circostanze. Le prove di gomme, comunque, sono sempre così ed io continuo ad imparare molto!´

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›