Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Lucio Cecchinello è entusiasta dei progressi fatti a Jerez e all'Estoril.

Lucio Cecchinello è entusiasta dei progressi fatti a Jerez e all'Estoril.

Lucio Cecchinello è entusiasta dei progressi fatti a Jerez e all'Estoril.

Proprietario e pilota del Safilo Oxydo LCR team, Lucio Cecchinello ha chiuso il secondo test IRTA, all'Estoril, con il miglior tempo in assoluto della classifica della 125cc. Il secondo giorno il suo pupillo, Casey Stoner, lo ha scavalcato nella classifica provvisoria e il carismatico italiano ne è stato felice, come ha raccontato a motograndprix.com al termine delle prove.

`Sono molto contento, è ovvio, ma in questa fase devo mantenere i piedi per terra,´ ha detto. `I titolo mondiale è un traguardo più difficile di qualsiasi sessione di test. Però devo dire che le ragioni per essere felici ci sono tutte, perchè tutti e tre i piloti della mia squadra si sono adattati benissimo all'Aprilia. E' incredibile quanto sia andato bene Randy De Puniet a Jerez e siamo tutti contenti anche di Casey Stoner, specialmente dopo la prova di Estoril. Il duro lavoro che ha affrontato la squadra sta già dando buoni frutti e non è facile trovare il set up perfetto per le nuove Aprilia, ve lo assicuro. Noi riteniamo di aver trovato il modo, una specie di formula segreta e, ovviamente, non vi dico qual'è! Posso dirvi solo che abbiamo trovato un grande vantaggio per le moto.

`Per me personalmente la cosa importante è essere andato meglio dell'anno scorso ed ora voglio continare così,´ continua Cecchinello. ` L'Aprilia 2003 è più veloce di prima ma ha anche un telaio migliore e più maneggevole, specialmente quando c'è poca aderenza. Me ne sono reso conto molto bene all'Estorill nel piccolo tornantino del circuito che ora possiamo affrontare molto più agilmente.

`Non mi aspetto tuttavia di essere subito tra i migliori,´ confessa infine il trentatreenne. `Casey è andato molto bene. In un primo tempo guidava con uno stile più da 250 ma si è adattato rapidamente alla minor cilindrata. All'Estoril abbiamo fatto qualche giro insieme e non sono mai riuscito a passarlo. Ieri ha fatto un tempo migliore del mio e anche se molte persone pensano che a me abbia dato fastidio, è vero esattamente il contrario. Sono orgoglioso di avere un giovane veloce in squadra. Come team manager devo pensare al futuro e un buon pilota è il primo ingrediente per la ricetta di una buona squadra. Avere un altro pilota in grado di andare veloce è una sicurezza, non solo per i risultati sportivi ma anche per gli sponsor.´

Tags:
125cc, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›