Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Il Proton Team KR rispolvera la due tempi

Il Proton Team KR rispolvera la due tempi

Il Proton Team KR rispolvera la due tempi

I tecnici del Proton Team KR hanno ammesso di essere quasi sicuri che la nuova 5 cilindri non sarà pronta in tempo per i test della MotoGP previsti in Catalogna il 15 e 16 marzo. Il team manager Chuck Aksland ci ha confermato che Jeremy McWilliams e Nobuatsu Aoki torneranno alle loro vecchie 500 due tempi per un test privato a Barcellona qualche giorno prima della sessione IRTA. Il team tuttavia, spera ancora che la 990cc sia pronta per l'appuntamento più importante del calendario prestagionale.

`Il nostro obiettivo è ancora il test della MotoGP, ma se possa realizzarsi o meno dipende da quello che succederà questa settimana,´ ha detto Aksland. `Se non faremo in tempo proveremo con le due tempi perché i nostri piloti sono fermi da quattro mesi e hanno bisogno di guidare il più possibile prima che stagione cominci. Sarebbe molto rischioso assemblare in tutta fretta la moto e provarla in un circuito come quello di Barcellona. Preferiamo prima fare una prova in qualche altro posto in modo da verificare se tutto funziona in sicurezza.

$$$ Aksland ci ha rivelato che la moto è stata assemblata alla meglio ma che la decisione di modificare vari pezzi ha portato ad un ritardo generale. `L'abbiamo montata diverse volte ma in seguito sono stati ridisegnati alcuni pezzi come la sella e l'airbox. Abbiamo assemblato i vari cablaggi al telaio , le sospensioni e il sistema di raffreddamento ma per esempio il motore non è ancora stato montato. Speriamo di farlo questo fine settimana.´

L'americano ha aggiunto anche che la moto è più piccola di quanto la squadra si aspettasse e sia McWilliams sia Aoki sono rimasti stupiti dalla sua compattezza. `Passare da una 3 cilindri 500 a due tempi ad una V5990 a quattro tempi potrebbe far pensare che le dimensioni siano molto maggiori ma in realtà la nostra moto è molto piccola e la posizione di guida molto simile. Credo che i piloti si aspettassero di dover guidare una specie di mostro e invece sono rimasti sorpresi. Il telaio è ovviamente più ampio e anche l'intera struttura sarà più grossa ma resterà nello stesso tempo un mezzo molto compatto a tutto vantaggio dei piloti.´

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›