Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Una veloce occhiata alla carriera di Barry Sheene

Una veloce occhiata alla carriera di Barry Sheene

Una veloce occhiata alla carriera di Barry Sheene

Commentare la carriera di Barry Sheene richiederebbe ben più di una lista di numeri e di gare. L'uomo era altrettanto famoso che il pilota. Le sue stravaganze e battute al di fuori della pista erano pari alla sua abilità alla guida della motocicletta.

Due cadute così terribili che avrebbero potuto mettere fine alla sua carriera, (a Daytona nel 1975 e a Silverstone nel 1982), l'acerrima rivalità con Kenny Roberts, la sua spavalderia e il suo stile, tutto ha contribuito a portare il motociclismo ad altezze mai viste; Sheene è diventato una celebrità in Inghilterra, e non solo, e uno degli sportivi più amati del paese. Ecco un breve riassunto dei momenti più significativi della sua carriera.

1968: La sua prima gara: aveva 18 anni e cadde a Brands Hatch, ma riuscì a conquistare la sua prima vittoria appena un mese più tardi.
1970: Vittoria del suo primo Campionato Inglese (125cc).
1971: Secondo assoluto nel mondiale 125cc con la Suzuki ma si era già fatto conoscere nel paddock dando vita a vari episodi di allegria sfrenata col nuovo amico Angel Nieto.
1975: Vittoria del primo GP in 500cc ad Assen dove ha tallonato l'ex campione del mondo Giacomo Agostini fino a passarlo all'ultima curva dell'ultimo giro. $$$ Solo qualche mese prima era caduto a Daytona a 270 chilometri orari a causa di una gomma difettosa che è letteralmente scoppiata bloccandogli la ruota posteriore. La storia raccontata in televisione in seguito all'episodio, lo trasforma in una stella dalla sera alla mattina.
1976: Campione del Mondo classe 500 con la Suzuki vincendo 5 GP. Quell'anno diventa anche testimonial di Faberge Brut ed una celebrità nazionale.
1977: Difende il titolo con successo, riconfermandosi campione con sei vittorie su nove gare.
1978: Perde il titolo in favore di Kenny Roberts dopo aver perso la prima parte della stagione per un virus. Ottiene il titolo di MBE (Membro dell'Impero Britannico) per i servizi resi allo sport.
1979: Perde di nuovo il titolo in favore di Roberts in sella ad una Suzuki un po' in difficoltà ma il duello tra i due cattura l'immaginazione di tutti gli appassionati. Un esempio tra tutti fu il GP d'Inghilterra a Silverstone; una gara incredibile persa da Sheene in volata per la lunghezza di una ruota.
1981: Ultima vittoria ad Anderstop, con la Yamaha. Sarà anche l'ultima vittoria di un pilota inglese nella 500cc.
1982: E' in lotta per il campionato fino alla terribile caduta in prova a Silverstone dove si rompe entrambe le gambe in maniera spaventosa. Le foto delle placche e delle viti fissate per ricostruirgli le tibie appaiono su tutti i maggiori giornali.
1983: Torna alle gare con una Suzuki di livello nemmeno standard. In quell'anno diventa anche una celebrità televisiva nelle vesti di attore di una serie di episodi di fiction ambientate nel mondo dei GP, ´Space riders´ .
1984: E' il suo ultimo anno nel mondiale. Alla guida di una Suzuki, poco più di una moto stradale, riesce a conquistare un fantastico terzo posto sotto la pioggia nel GP del Sud Africa a Kyalami.

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›