Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

I test invernali della MotoGP: quasi un gran premio

I test invernali della MotoGP: quasi un gran premio

I test invernali della MotoGP: quasi un gran premio

I test della MotoGP di Catalunya domani entreranno nel vivo nel nord est della Spagna. La sessione di due giorni sarà la prima opportunità per la stampa mondiale e per gli appassionati di moto di avere un assaggio di quello che potrà offrire la prossima stagione: tutti i piloti della classe regina infatti si troveranno in pista per il primo confronto diretto dell'anno.

Non si tratterà dunque di una normale sessione di prove, anche perché l'ora di diretta televisiva programmata dagli organizzatori, sarà sicuramente un incentivo in più per i piloti. Domenica pomeriggio infatti, dalle 14.00 alle 14.55 si daranno battaglia non solo per il vantaggio psicologico di essere davanti a tutti, ma anche per il premio messo in palio dalla BMW, una macchina della serie 3, per il pilota che risulterà essere il più veloce dell'ora cronometrata. Il campione del mondo Valentino Rossi scenderà in pista alla guida della sua RC211V in versione 2003 anche se forse, per una volta, gli occhi di tutti non saranno puntati solo sull'illustre italiano ma anche sui vari rimescolamenti di colori, piloti e sponsor avvenuti durante l'inverno.

Accanto a Valentino Rossi, nella squadra HRC, quest'anno ci sarà il giovane americano, campione della Superbike, Nicky Hayden, e, sempre in casa Honda, c'è stato il ritorno di Max Biaggi e Sete Gibernau. Alla Yamaha invece sono approdati Alex Barros e il campione della 250 in carica, Marco Melandri, che ha scelto di guidare la M1 quattro tempi per il suo passaggio alla classe regina.

L'arrivo della Ducati con la sua Desmosedici nella MotoGP ha significato per Loris Capirossi la possibilità di candidarsi di nuovo al titolo, insieme al suo nuovo compagno di squadra, Troy Bayliss, un altro debuttante nella MotoGP proveniente dalla Superbike. Non si sentirà solo comunque l'ex campione del mondo perché insieme a lui sono arrivati in MotoGP l'attuale detentore del titolo delle derivate di serie, Colin Edwards, e il compagno di squadra Noriyuki Haga, entrambi in sella quest'anno all'Aprilia RS Cube.

La Suzuki ha dato il benvenuto al giovane americano John Hopkins che l'anno scorso ha fatto un'ottima prima stagione nella top class, mentre la ex squadra WCM si è trasformata nella Harris WCM e porterà in pista l'inglese Chris Burns.

L'ultimo arrivo fra le Case giapponesi è stato quello della Kawasaki e i due piloti che ha scelto per il suo prototipo, gli australiani Garry McCoy ed Andrew Pitt, sono senz'altro da tenere d'occhio. Mentre a Barcellona tutto questo succede a in un'altra località segreta della Spagna sta muovendo i primi passi la nuova KTM Red Bull che ha portato in pista la sua squadra 125cc, con l'ambizioso progetto di approdare, nel 2005, nientemeno che in MotoGP.

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›