Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Barros fa il passo a Barcellona

Barros fa il passo a Barcellona

Barros fa il passo a Barcellona

Il primo giorno degli attesissimi test MotoGP al circuito di Catalunya hanno fatto vedere qualche scintilla in pista nonostante il tempo nuvoloso e freddo. Il brasiliano Alex Barros ha fatto segnare il tempo più veloce della giornata in sella alla sua Yamaha girando in 1'44.112, sotto il tempo della pole fatta da Max Biaggi nel GP del 2002 (1'44.523). Il solo altro pilota sotto quel tempo oggi è stato Loris Capirossi, che ha girato in 1'44.370, una performance stupefacente pensando che si tratta della seconda uscita del pilota romagnolo su questa pista con la Ducati, che ha raggiunto la velocità di 325.9km/h. Il precedente record per quanto riguarda la velocità di punta apparteneva a Tohru Ukawa dal GP del 2002.

Questo è stato il primo vero colpo che le due Case sono state in grado di assestare alla Honda, il cui miglior pilota oggi è stato Sete Gibernau, col terzo tempo. Lo spagnolo ha fatto buon uso della sua esperienza sul tracciato di casa girando in 1'44.793, tre decimi più veloce del tempo del suo collega Valentino Rossi che guida il mezzo ufficiale. Tre altre Yamaha sono riuscite ad entrare nei primi dieci grazie a Shinya Nakano, Marco Melandri e Carlos Checa. Daijiro Kato e Tohru Ukawa comunque hanno tenuto alto l'onore della Honda, resistendo alla pressione dei piloti della Suzuki John Hopkins e Kenny Roberts.

Il debuttante della MotoGOP Colin Edwards non aveva mai girato su questa pista prima d'ora e questa mattina è stato uno dei primi a uscire alla guida della sua Aprilia. Alla fine della giornata è stato capace di piazzarsi davanti al ben più esperto Max Biaggi, a meno di due secondi dal capoclassifica Alex Barros. L'altro debuttante, nonché suo ex rivale del campionato SBK Troy Bayliss ha realizzato la seconda velocità massima ma solo il 22esimo tempo.

La sessione è stata chiusa in anticipo dai piloti che non volevano guidare sulla pista umida a causa della pioggerellina che è cominciata verso le 16, ma un'ora dopo sono tornati tutti in pista per provare le nuove procedure decise per la MotoGP per il 2003 in caso di pioggia in gara. Domani ci sarà un'altro momento importante alle 13, un'ora prima del turno cronometrato di 60 minuti dove i piloti lotteranno per aggiudicarsi una BMW. Un minuto di silenzio sarà dedicato alla memoria del due volte campione del mondo della 500 Barry Sheene, scomparso lunedì scorso.

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›