Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Ukawa accelera per finire i test della MotoGP in seconda posizione

Ukawa accelera per finire i test della MotoGP in seconda posizione

Ukawa accelera per finire i test della MotoGP in seconda posizione

Tohru Ukawa può non avere una scintillante nuova BMW parcheggiata nel suo garage, dopo la sessione cronometrata della MotoGP di domenica, ma un nuovo motore, montato sulla sua Camel Pramac Honda gli ha permesso di acciuffare il secondo miglior tempo alla fine della giornata di prove.

Dopo l´ultimo minuto del `BMW Award´, nel corso del quale Loris Capirossi aveva conquistato il miglior tempo davanti ad Alex Barros, Valentino Rossi e Max Biaggi, infatti, la maggior parte delle squadre ha ripreso la sessione di prove.
In pista, così, sono rientrati i team Yamaha D'Antin, Fortuna, Tech3, la squadra Honda Repsol, quella Telefonica Movistar, il team Camel Pramac Honda Pons, la coppia della Ducati e la Kawasaki.
Mentre Sete Gibernau girava impegnandosi nonostante il dolore al polso destro, un annoiato Valentino Rossi completava sporadici giri.
Così anche Ukawa continuava il suo lavoro e in sella alla sua Honda con un motore fresco centrava il suo miglior tempo ad appena due decimi dal giro che aveva consentito a Capirossi di portarsi a casa la BMW 330 cd in premio, facendo comunque meglio di ben quattro decimi rispetto a Barros. Migliorava la propria prestazione anche Bayliss (sino al 9° posto), Sete Gibernau (4°, scalzando Rossi al 5°), Kato (al 6°) e Nakano (all¹8°).
Nel frattempo si apprendeva che la caduta di Shinichi Itoh, che aveva causato l¹esposizione della bandiera rossa a dieci minuti dalla fine della sessione cronometrata, per fortuna non aveva comportato al pilota che una contusione alla gamba sinistra.
Fra coloro, invece, che avevano iniziato ad impacchettare le moto prima c´era anche la Suzuki, ma solo perché il team aveva accumulato abbastanza chilometri questa settimana avendo provato a Valencia per diversi giorni assieme alle 125 e 250.

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›