Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Bayliss si sta impegnando a fondo per raggiungere i suoi rivali

Bayliss si sta impegnando a fondo per raggiungere i suoi rivali

Bayliss si sta impegnando a fondo per raggiungere i suoi rivali

L'ex Campione del Mondo della Superbike, Troy Bayliss ha avuto un altro brusco risveglio nel suo ruolo di pilota ufficiale della MotoGP quando ha affrontato una nuova sessione di prove su una pista che non aveva mai visto prima.
E' successo la scorsa settimana sul circuito di Barcellona dove l'australiano in sella alla sua Ducati ha messo a dura prova la resistenza delle gomme Michelin. Nonostante l'aggressività con cui ha affrontato le curve della pista catalana, Bayliss ha impiegato un po' di tempo a raggiungere un buon livello e solo alla fine delle prove ha ottenuto un discreto nono tempo.
´E´ il terzo giorno di prove per me qui ma non c'é motivo di affrettare i tempi,´ ha detto. ´Se comincio ad andare oltre il limite su una pista che non conosco va a finire che sbatto la testa contro il muro, cosa che non è utile a nessuno.
Bayliss sabato, dopo la chiusura anticipata per la pioggia, era ventiduesimo; una posizione non certo esaltante ma, come ha sottolineato, solo un punto di partenza per imparare. ´Sono un pilota e come tutti sono qui per vincere. Ho speso cinque anni nelle Superbike e non è un salto da poco passare ad una moto che pesa di meno ma è più potente. E´una sfida nuova che richiede parecchia applicazione prima di poter essere veloci .´
Il trentatreenne non lasci dubbi sulla sua voglia di impegnarsi e divertirsi. ´E´ importante provare piacere in quello che si fa. Mi piace riuscire a giocare come voglio io con la moto e per questo stiamo lavorando sul pattinamento, sulla trazione e sulle gomme´.
Lavorare è la parola d'ordine. Bayliss può essere in leggero ritardo sul compagno di squadra Loris Capirossi in termini di tempo sul giro ma sa bene che si tratta solo di lasciar passare un po' di giorni prima che la sua ferrea volontà, che ne ha fatto un vincente nella Superbike, produca i primi risultati. ´Suzuka e Welkom all'inizio della stagione saranno delle piste nuove per me ma sono piuttosto sicuro che quando arriveremo a Jerez e cominceremo la parte europea delle gare le cose diventeranno più semplici per me e i risultati arriveranno´.

Tags:
MotoGP, 2003

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›